Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Archivio per il tag “Bicocca”

Ho cambiato idea… di Gino Rannesi

 

Celeste- Ho saputo del grave lutto che ha colpito la tua famiglia, sentite condoglianze. A presto di presenza. Gino.

Chiusura

Ecco un testo di Gino Rannesi, arrivatoci tramite la nostra Nadia.

Questo è uno dei testi che Gino ha scritto nel periodo in cui è stato a Catania, nel carcere Bicocca, per via di un processo che lo riguardava.

Prima del testo ho inserito alcune risposte che Gino vuole dare ad alcune persone che gli hanno scritto. 

——————————————————

Salvatore- Mi piace pensare che tuo padre passi il tempo giocando a briscola  con il mio. Ho ricevuto la tua cartolina,condoglianze. Gino

Ketti- Chi è causa dei propri mali pianga se stesso…

Un salutone a tutti gli amici del Blog.

Ciao Alessandra, Rossana, Pina, Beatrice, Pamela, Sabina… vi voglio a tutti un gran bene. Mega baciotto a Nadia e a tutte quelle che non ho menzionato.

Teresa- Auguro al tuo papà una pronta guarigione. Un forte abbraccio a tutti voi in famiglia. Un grande bacione ai miei nipoti.Forza e coraggio. A presto. Gino

——————————————–

Ho sempre sostenuto che la galera non la si dovrebbe augurare a nessuno. Ho cambiato idea. Dopo gli interventi di alcuni politici in parlamento in occasione dell’approvazione  del decreto c.d. “svuota carceri”, ho cambiato idea, i politici corrotti devono andare in galera, e poi ancora devono andare in galera tutti quei politici che sulla vita dei detenuti cercano un più ampio consenso elettorale.

Devono andare in galera quei politici che  fanno la faccia feroce contro i detenuti senza averne alcun titolo. Ma chi sono i più forcaioli? Sono quelli deLcerchio magico, gli stessi che falsificano le liste elettorali, che con i soldi dei cittadini si comprano financo le mutande verdi. Li seguono a ruota quelli dei 5 stelle: “Usciranno assassini e mafiosi”!!. Mentono sapendo di mentire. Possiamo “capire” che i ladroni di mutande abbiano la  necessità di risalire nei sondaggi visto il misero 3% che si ritrovano, ma i 5 Stelle che hanno il 25% perché scendono a queste bassezze?

Ho cambiato idea, un po’ di galera a taluni soggetti farebbe bene. Per la cronaca: con il decreto “svuota carceri” usciranno qualche migliaio di soggetti che nella peggiore delle ipotesi uscirebbe comunque da qui a pochi mesi, 8 per l’esattezza.

Corrotti, corruttori, mentitori di professione in galera. Vi siete mangiati l’Italia, vigliacchi!

Catania Bicocca,  Febbraio 2014

Gino Rannesi

Annunci

Come una foglia in balia del vento

foglia_al_vento

Pubblico questo pezzo di Gino Rannesi che ci giunge tramite quella splendida persona di nome Nadia.

—————————————————————————– 

“Come una foglia in balia del vento”

Salve, sono sempre io, forse qualcuno pensa che Gino non ama più scrivere? Che non ha più voglia di protestare? Di lottare?

Sbagliato! Mi trovo nel carcere di Catania C.C. Bicocca, in occasione di una udienza per  me molto importante, ho chiesto e ottenuto di presenziare.

Detto fatto; Opera: “Prepari la sua roba è partente, e porti via tutto perché  qui lei non tornerà più”. Rispondo  che  sarei sceso per una sola udienza per poi rientrare a Opera…

“Lei andrà a Catania per assistere all’udienza,  dopodiché il D.A.P. provvederà a  comunicarle una nuova assegnazione che certamente non sarà più Opera”… in poche parole a Opera non mi vogliono più.

Nell’arco di poco più di un anno sono stato cacciato prima da Spoleto e adesso da  Opera. Mah! Giuro di non avere fatto nulla di male. Nulla, se non chiedere i diritti più elementari.

Ma voglio parlare della “mia” Catania. A bordo di un furgone sono stato condotto al tribunale, ho avuto la possibilità di vedere il centro storico della mia città, una piccola fessura, ma che mi ha consentito di vedere e di capire lo stato attuale della mia città. Bellissima come sempre,  le donne più belle che mai, per lo più more. Ma ho anche potuto costatare come la crisi abbia pesantemente colpito anche Catania. Ho visto molti negozi chiusi per “cessata attività”,  ho visto tanti ragazzi con indosso vestiti di bassa fattura. La crisi a Catania si respira, c’è tanta povertà. Ma è pur sempre una bellissima cittadina. Sono passato in alcune zone come per esempio sotto gli archi della marina e la pescheria, posti quelli che mi hanno visto nascere è crescere.

Bene, per il momento come una foglia in balia del vento aspetto di sapere quale sarà la mia prossima assegnazione…

Bicocca CT,   Ottobre 2013  Gino Rannesi

Un caro e affettuoso saluto a tutti gli amici del blog. In attesa di pubblicare da uomo libero, cosa che se Dio vuole potrò fare al più presto. Vi abbraccio forte.

Gino 

Navigazione articolo