Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Alfredo Sole… prima e dopo la seduta di laurea

Laurea

Alfredo Sole lo conosco fin da quando nacque questo Blog, nel 2009. Lui fu tra i primi tre detenuti che scrissero su di esso.

Lo conobbi che stava studiando filosofia all’università. E ha continuato a studiarla in tutti questi anni, trovandosi sempre davanti non pochi ostacoli. Ma superandoli sempre con la forza della perseveranza.

Recentemente Alfredo si è laureato..ma si è improvvisamente trovato in uno di quei momenti dove.. tutto sembra senza senso.. e lui.. in questo “prima e dopo la tesi”, che è da intendere come “prima e dopo la seduta di laurea” esprime questi pensieri di smarrimento…

———————————————

Prima della tesi

In attesa della discussione della tesi di laurea in filosofia, dopo che qualche girono fa mi fissarono la data e cioè, il 29 aprile, si è spento l’entusiasmo di questo evento, forse perché e sempre triste quando le cose stanno per giungere alla fine. Dovrei esultare, visto che diventerò dottore in filosofia. Il fatto è che non ci credo, è come se stesse succedendo ad un altro, in fondo io chi e cosa sono veramente? Chi sono non lo so, il mio nome non rappresenta la mia identità, almeno non quella che io intendo per “Identità”. Posso solo sapere cosa sono e quello lo so con certezza, sono un essere senza dio che vive e vivrà nelle patrie galere illudendosi giorno dopo giorno che della vita che esiste fuori da questa cella un giorno ne farà parte. Ma è solo un’illusione per non soccombere prima del corso naturale delle cose. Non finirò oggi questo scritto, no, voglio attendere il giorno della laurea per magari potermi smentire e dichiarare tutto il mio entusiasmo, se mai questo accadrà. Per adesso chiudo qui, riprenderò il trenta aprile o giù di lì.

Dopo la tesi

Sì, eccomi tornato! Dottore in filosofia con 110 e lode, e allora?
Non per questo sono un filosofo, l’ho solo studiata la filosofia e a quanto pare l’ho fatto; bene, ma è tutto qui. Fare le cose bene non significa certo essere filosofi. Come prevedevo già prima della tesi, adesso è triste. Non credo che l’obiettivo raggiunto sia davvero l’obiettivo, non lo è mai, veramente solo la strada che percorri per arrivarci, ma quando ci arrivi, tutto finisce. Adesso non ho più una strada da percorrere, un obiettivo da raggiungere con la speranza magari di non raggiungerlo mai. No, adesso è solo tornata quella grande monotonia che distrugge l’uomo carcerato, che lo fa regredire, che lo taglia fuori dalla vita ancora più di prima stritolandolo in una morsa mortale che non ti lascia scampo.
Non hanno nemmeno permesso che qualcuno della mia famiglia partecipasse all’evento, da questo si comprende quanto poca importanza danno, non a me che può benissimo essere naturale anzi, credo proprio che debba essere così, ma ai familiari di chi qui dentro ci vive da quasi 25 anni e che un giorno così importante come può esserlo un titolo di dottore in filosofia avrebbe compiaciuto i familiari, avrebbero pensato che forse, per la prima volta nella vita, qualcosa di buono l’ha fatta chi ha distrutto la propria famiglia a causa dei errori. Ma no, nemmeno questo è stato possibile.

Il pensiero adesso si è sintonizzato su ciò che vorrò fare, ma non so cosa. Continuare coni la filosofia all’università degli studi di Milano mi è pressoché impossibile per svariati motivi, anzi per un solo motivo. Forse potrei entrare a far parte degli iscritti all’università di Bicocca che a quanto pare non fa pagare le tasse ai detenuti, ma non c’è filosofia tra le sue offerte,
significa che dovrei passare in un altro indirizzo, magari in psicologia. Ma che faccio, mi metto a collezionare lauree? Mi conviene aspettare che anche la Statale di Milano entri fa far parte dello stesso programma della Bicocca, cioè non far pagare le tasse ai detenuti, e continuare con la Magistrale in filosofia. A settembre? Forse; ci spero!

Alfredo Sole

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Alfredo Sole… prima e dopo la seduta di laurea

  1. Pina in ha detto:

    Caro Alfredo, certo che devi continuare, sempre per un raggiungimento personale, preparandosi al dopo, quello che nn si conosce e’ che aspetta di essere scoperto pian piano, un ammazza tempo, ma costruttivo per il suo scopo.
    La maturita’ in te, ti permettera’ di scegliere un altra materia, in attesa che tutto diventi piu’ scorrevole, soprattutto nella mente umana
    Ciao

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: