Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Diritto islamico-lezione otto… di Fabio Falbo

corano1

Continuo con la pubblicazione del saggio sul diritto islamico scritto da Fabio Falbo, detenuto a Rebibbia.

Questa è l’ottavo capitolo.

—————————————————-

Il sistema giudiziario afgano si presenta in maniera paradigmatica. Dopo gli eventi catastrofici dell’11 settembre, abbiamo scoperto che questo Paese rappresenta il cuore dell’Asia. Attualmente in quel territorio vivono vari gruppi, clan, tribù che rappresentano il potere politico del Paese. Il maggior gruppo è quello dei Pastum che poi ha generato i Talebani.

In questi gruppi, il Diritto vivente riposa nelle consuetudini stratificatesi negli anni da queste comunità che spesso si presentano contro il Diritto islamico. Le tribù Pastum sono quelle che hanno combattuto contro gli inglesi, e per questo sono viste dalle altre tribù in modo prestigioso.

Lo Stato in Afghanistan non è mai coinciso con la tipologia di Stato occidentale. Ha sempre avuto un ruolo tribale e poco istituzionale. La guerra in Afghanistan è stata una delle più cruenti. E’ durata 25 anni, lasciando un milione e mezzo di morti, feriti, storpi. Una guerra originata dalle varie fazioni di sunnisti, sciiti, ecc. Con 25 anni di guerra è stato distrutto un intero corpo di giuristi ed istituzioni. Nel 2004 in Aghnistan, sotto la lente delle Nazioni Unite, è stata emanata una carta fondamentale nella quale si trattano argomenti come la discriminazione delle done, i Diritti dell’Uomo, ma veniva scacciata  la Sharia. Si è tentato di ammodernare il diritto di famiglia, non riuscendovi; ed è stato emanato un Codice Civile, tutt’ora vigente, e che contiene norme di diritto di famiglia. Riguardo i diritti delle minoranze, in questo caso degli Sciiti, nel 2004 è stato permesso loro di servirsi di questo diritto di famiglia e delle successioni. Le parti dovevano essere entrambe sciite; altrimenti se di appartenenza sunnita doveva prevalere il diritto spettante a questo gruppo.

Nel corso degli anni si è tentato di proporre un progetto di legge per gli Sciiti, dando loro la possibilità di rispondere ad un Diritto di Famiglia chiaro e semplificato. Per i motivi suddetti questo progetto veniva non dai dotti sciiti, perché tra gli sciiti non vi erano dotti. Il diritto non si esaurisce nella norma, è cosa ben più larga, cioè pluralismo giuridico, strati formatisi negli anni.

Norma, dottrina, e soprattutto diritto vivente. L’ordinamento dell’Afghanistan presenta una struttura piramidale dove gli accordi internazionali rischiano di rimanere sul piano di principio; poi la carta costituzionale che riserva all’Islam un ruolo prioritario; la legislazione statale improntata sugli standard dei principi occidentali, infine il diritto consuetudinario

Il dirito è un prodotto storico, cioè in continuo mutamento adeguandosi allo sviluppo della vita e della società Il diritto vivente è consuetudinario e rappresenta la maggiore fonte in Afghanistan. Altro che diritto islamico; perché è il solo a rappresentare i fenomeni giuridici della società. Codice d’onore dei Pastum, i quali hanno smorzato a proprio piacimento le norme della Sharia, come ad esempio: la dona deve essere coperta interamente dal burqa. Non esiste una norma nella Sharia, cioè nel diritto islamico, che preveda tutto ciò. E’ diventata prassi o consuetudine in questa popolazione, per esplicito volere egli stessi per salvaguardare l’onore della donna dagli occhi indiscreti.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: