Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Da una lettera di Pasquale De Feo

correto

Pubblico oggi un estratto di una lettera che mi ha inviato Pasquale De Feo, che, come molti di voi sanno, è adesso detenuto ad Oristano.

Pasquale ha sempre una notevole capacità di esprimere concetti forti e profondi con grande chiarezza.

—————————————————————————————————————-

(…)

Ho letto il tuo racconto su Viktor Frankl, quando certe esperienze non durano nel tempo, posso diventare utili per sviluppare un carattere forte e anche teorie psicologiche valide per altre persone. Ma quando la cattività si protrae per decenni, il discorso cambia. Immagina oltre 30 anni chiusi tra quattro mura, senza speranze perché anche quella ci hanno ucciso i mafiosi dell’antimafia e la repressione permanente.

Per decenni non vedi i tuoi familiari, non conosci i tuoi nipoti e alcuni riesci a conoscerli quando hanno già vent’anni. Non ti fanno vedere tua madre con la scusa della sicurezza, come un carcere è diverso da un altro, muore e non ti mandano neanche al cimitero, lo stesso destino sarà per mio padre, avendomi mandato facilmente mi faranno partecipare. 

Allora si può comprendere non solo la crudeltà degli uomini, ma bisogna avere empatia per cercare di capire quanto dura possa essere una tortura del genere.

I campi di concentramento erano baracche dove non c’erano le regole, i divieti e la repressione del carcere. Spesso li si confonde con i campi di sterminio. Erano tutta un’altra cosa.

Con tutto il rispetto per Viktor Frankl non credo che se avesse scontato 30 anni nelle carceri italiane, la teoria che ha elaborato in qualche anno di campo di concentramento sarebbe stata la stessa. Ma neanche se avesse scontato 3-4 anni di Pianosa e Asinara.

(…)

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Da una lettera di Pasquale De Feo

  1. Alessandra Lucini in ha detto:

    Certe cose si capiscono soltanto se si vivono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: