Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Da “Nonostante i cacciatori di uomini” di Giovanni Farina

Murales_De-Andre_01

Pubblico oggi un altro intensissimo brano tratto da “Nonostante i cacciatori di uomini”, il bellissimo libro scritto da Giovanni Farina, attualmente detenuto a Catanzaro.

————————————————–

Mi è stato scritto un telegramma da casa, mi è stato consegnato con venti giorni di ritardo, per dirmi, nel telegramma, che eri morto, che non ci sei più, babbo. Non potrò più vederti su questa terra. Continuerò a sentirti nel mio pensiero, i miei giorni non saranno mai soli, la tua figura resterà per sempre dentro di me. L’altra notte ti ho sognato, eravamo lassù, a casa nostra, dove la vita ci ha visto per tanti anni insieme e dove i nostri pensieri più volte si sono incontrati, uniti in uno solo. E tramite la tua persona, padre, ho vissuto dentro al tuo tempo, ho camminato dentro ai tuoi occhi nella tua gioventù. In questo giorno triste per la tua scomparsa, mi resta la conclusione che tramite il tuo tragitto di vita, vivo la tua vita. Con gioia riconosco il mio tempo. Sono contento che tu, padre, mi hai fatto assaporare il profumo della vita della terra che mi ha visto nascere. Ti ringrazio per avermi fatto ricordare col tempo le mie radii, e riconoscermi uomo nel mondo.

“Svegliati, devi andare a mungere le pecore. Il cavallo è già sellato, ti aspetta; svegliati, i bidoni in alluminio per il latte sono a cavalcioni sul cavallo”. Ascolto la tua voce che mi chiama, e mi indica la strada del monde. Con la tua voce di padre mi parli penetrando il mattino, e il mio sonno di fanciullo. La luce del mattino fa guardare il sole e l’erba che cresce nel mondo. La mia casa è stata la gioia degli anni felici: quando si parla guardando oltre le barriere visibili ed invisibili del cuore.

Non si vorrebbe mai salutare la sera.

Perché ogni giorno ha una bellezza irripetibile. 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Da “Nonostante i cacciatori di uomini” di Giovanni Farina

  1. Alessandra Lucini in ha detto:

    Lacerante e bellissimo questo brano,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: