Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

La più grande di tutte le Donne, dedicato a nonna Salvatrice, di Gino Rannesi

nonna

Pubblichiamo oggi un testo molto bello, struggente, di Gino Rannesi, dedicato all’amata nonna, che è venuta a mancare senza che a lui venisse nemmeno concesso il permesso di vederla per l’ultima volta, dopo che anche nonna Salvatrice lo aveva più volte richiesto. Secondo il giudice questa donna di 92 anni ”  Non versa in imminente pericolo di vita..”. Ora che lei è morta e Gino scrive queste righe per farci sapere, a noi rimane solo la tristezza e un commento: VERGOGNA.

Salvatrice Lauretta è rimasta vedova in giovane età.
Morto il marito che tanto amava, non si volle mai più risposare, visse fino alla veneranda età di 92 anni.

Poco fa ho ricevuto un telex con il quale mi si annuncia la morte della nonna Lauretta.
Salvatrice amava ripetere che: “Gino è il nipote del cuore…”.
Qualche tempo fa aveva chiesto un permesso di necessità (anche con scorta) per andarla a trovare a casa sua, ma un “galantuomo” me lo ha rifiutato: “Non versa in imminente pericolo di vita…
Vergogna!
Piango la morte dell’ultima nonna persa. Anche se aveva 92 anni, per me è stata una grande perdita.
Donna onesta e zelante…

Quell’amore fervente che lei nutriva per me, vista la mia lunga assenza, l’ha riversato su Nicholas…:Papà, la nonna Salvatrice è ricca…- Perché dici questo? -Mi fa tanti regali  -Lo fa perché ti vuole tanto bene…

Appresa la notizia, ho chiesto e ottenuto una telefonata straordinaria, Francesca: Sai Gino, qualche giorno fa, la nonna aveva nuovamente espresso il desiderio di rivederti… Non ho potuto fare a meno di pensare a quel “galantuomo” che sostituendosi al padre eterno, mi ha rigettato un permesso per andarla a trovare prima che spirasse: “Non versa in imminente pericolo di vita..”per l’appunto…

Caso mai ce ne fosse stato bisogno, questo fatto mi ha portato a fare delle considerazioni molto crude. Se potessi tornare indietro, certamente non cadrei mai più nel laccio del “nemico”…
I motivi per i quali non cadrei sono molteplici, a parte la questione dell’etica e della morale, non potrei mai più cadere perché so bene come tanti porci ipocriti hanno lucrato sulla mia giovane vita prima e su quella dei miei cari poi…I cattivi hanno usato i giovani per arricchirsi, per placare la loro sete di potere ed, infine, per comprarsi la propria libertà… I “buoni”, invece, hanno permesso che tutto ciò accadesse, il che è assai peggio…

Ma io vi ho già perdonati tutti e, sono sicuro, lo farà anche la nonna mia, tuttavia, quando un giorno la incontrerete, badate che non vi prende a calci nel culo: “Non versa in imminente pericolo di vita…”

“A volte chi ha conosciuto un percorso estremo, è diventato col tempo capace di un amore straordinario. Mentre chi non è mai andato alle radici di se stesso, veleggia in un eterna indolenza, dove non vive il vero bene, come non visse un giorno il vero male”. (Alfredo Cosco)

Nuoro, giugno 2015

Gino Rannesi

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “La più grande di tutte le Donne, dedicato a nonna Salvatrice, di Gino Rannesi

  1. Alessandra Lucini in ha detto:

    Ciao Gino, mi spiace davvero tanto ma non mi stupisco più di niente…ti abbraccio

  2. rossana in ha detto:

    condoglianze e un abbraccio forte a te caro Gino… per l’insensibilita’ di quel galantuomo stendo un velo pietoso :-//

  3. Pina in ha detto:

    Un caro saluto a te Gino, tanto lo sai come la penso di questa onorata civiltà , mascherata con una parola che una volta aveva un vero valore solo ha pronunciarla
    ” galantuomo ” ma era rivolto a pochi . Tua nonna si è portato con se il suo più grande dolore , credeva è ne soffri da sola .
    E’ nella tua sofferenza per tutti coloro che ti hanno recato, creano danni, il perdono è la via piu’ sicura per sentirsi in pace cn se stessi …

  4. Emilio Arcieri in ha detto:

    Ciao Ginuccio sono Emilio purtroppo a causa della lontananza Non sono potuto esserci ai funerali della nonna turista e capisco forse più di tutti cosa puoi provare. Ma l unica emozione positiva e che l’ha ricorderemo felice spiritosa generosa e amorevole con noi nipoti in particolar modo con te che ero il suo pupillo parlava sempre di te .
    Ciao cugino ti abbraccio fortissimo tvb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: