Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Al mio amore… di Tito Tammaro

amors4

Una bellissima lettera che Tito Tammaro, detenuto a San Gimignano, ha scritto per la persona amata.

——————————————-

Amore mio,

curo ogni particolare con la massima diligenza, le intenzioni e le emozioni che mi indirizzano al tuo cuore. Il temperamento tuo è una virtù che non ostenta meriti, conosce il tono e lo stile della gentilezza, riconoscendo e accettando l’autorevolezza dei propri limiti. Il tuo modo d’amare così sottile, ha un vincolo morale che riguarda una totalità di cose, che una sola interpretazione, quella dell’amore.

Questa tua consuetudine provoca vantaggi e benefici al nostro sentimento, poiché contribuisce efficacemente alla sua stabilità, capace di soddisfare  il nostro umano bisogno affettuoso. Ti rincorre questo mio cercarti, silenziosamente, come una intensità di emozioni, per soddisfare le proprie necessità vitali, e per rigenerarsi e migliorarsi nei propri propositi.

E’ così dunque che riesco a modificare le mie insicurezze mutando le mie espressioni, quando, investito dalla quantità del tuo calore, produco sensazioni che mi esortano, nel sapermi amato con lo stesso entusiasmo. Il pensiero per te, mi comporta uno stato d’animo di intensa allegria, di letizia e di assoluto piacere.

Ogni tua azione riflette sui miei stimoli che rinnovano il mio interesse per te. La tua luce risiede nell’animo mio, non ha impedimenti e la sua forza dominante sottopone il mio amore al suo potere. Sei una creatura incantevole. La tua armonia… i miei affanni sofferti di questo stato di negatività che mi impedisce di respirare, imponendomi con aggressiva sopraffazione la sua prepotenza ingestibile. E’ dolce cullarsi, quindi, nei miei pensieri per te, poiché il desiderio  è ardente, forte, imponente ed arduo. Sei il principio ispiratore della mia fantasia, e resterai tale nel tempo per lo stesso interesse mio. Riesci a stimolare e spronare con viva partecipazione il mio piacere, quando curo il mio pensiero per te, recandomi piacevoli sollievi che alleviano la mia solitudine. Sei il sommo grado di ogni mia valutazione, l’eccellenza, l’apice della mia esistenza. Non temo, quindi, la violenta imposizione di questo tempo, che perdura e domina sull’indifferenza della vita e sul nostro amore, incurante di un sentimento così autentico.

Ed ecco ancora una volta la tua luce e la tua divina mano stesa su di me, che genera manifestazioni di beatitudine, scacciando via il demone del male e la sua autorevolezza, tenendo viva la speranza che anima e rende vivace ancora ogni desiderio, donando forza e vitalità a questo stato di cose che è sotto il dominio di una volontà ostinata e malefica dell’ingiustizia e dell’infamia umana.

Rendi perciò ancora vivo l’animo mio e la sua espressività, che è rapito completamente dall’estremo limite  della spossatezza di questi anni, che hanno conosciuto  il senso assoluto della loro inutilità, del dolore e dell’angoscia lontano da te, da questo sconfinato amore.

Volgo la mente quindi  alla tua attenzione, cercando quindi di deprecare così lo sdegno  e la grande irritazione di questa violenta furia, di questa odissea che sembra  non volere conoscere il suo limite.

Scusa il panico di questa irrequietezza, ma ti dico pure che nulla è per sempre e che sei la forza di ogni mia afflizione.

Quanto amo la tua vita, amore mio. E’ un susseguirsi di verità indiscutibili per la natura sincera del tuo essere genuina e passionale. Questa infatuazione amorosa per te, questo fenomeno che ha investito in estrose maniere la composizione delle mie cellule, ha una capacità di trasporto nei confronti del cuore mio in tutto, a cui è negato imporsi. E’ una imposizione la tua a cui non posso esimermi. E’ un temperamento che non ho. Con te perdo l’adattamento delle mie esigenze individuali, e quindi mi adatto a questa condiscendenza, a questo tuo prodigio che rende unica ogni cosa, perché riesce a conquistarmi con manifestazioni di innocenza, che condizionano il mio animo ad una contemplazione di assoluta felicità.

Sei il riferimento fondamentale di ogni mia insicurezza. Una totalità di energia che mette in moto una incredibile forza e una quantità di attrazioni incontenibili.

Grazie, quindi, per la tua umana comprensione alle mie irreprensibilità, e grazie ancora per tutte le volte che con forza e accortezza riesci a ridonarmi il vivo sentimento del tuo cuore. Accolgo e accetto quello che mi offri, poiché riesci a rinvigorire i miei sensi, persuadendo i miei istinti con quelle emozioni che solo con te vivo. Ti riconosco, quindi, il merito della divinità, perché sei una meravigliosa donna. La mia donna!

Buon San Valentino.

Il mio pensiero per te oggi mi va di condividerlo con il mondo, perché tutti sappiano quanto amo il tuo essere.

Ti amo Rosa

Tito

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Al mio amore… di Tito Tammaro

  1. Alessandra Lucini in ha detto:

    E’ l’amore l’unico sentimento che salva.

  2. massimo buttà in ha detto:

    Complimenti Tito, resisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: