Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Riflessione di Tommaso Amato

Astratt1

Ecco una breve riflessione di Tommaso Amato -detenuto a Spoleto- che ci giunge tramite la nostra Alessandra.

—————————————————————————————————————————————————–

Spoleto 15.12.2014

Mi chiedo spesso se i governanti italiani abbiano come obiettivo ultimo quello di calpestare anche l’ultimo briciolo di legalità, di giustizia, di dignità umana.

Io non ci credo. Non voglio crederci. Ma, se, caso mai, questo dovesse essere effettivamente l’obiettivo, vi prego di non agitare più le acque. Lasciate stare. Vi informo che l’obiettivo è stato raggiunto. No! Mi sbaglio. L’ambito traguardo è stato raggiunto e di gran lunga superato. Si capisce da ciò che avete lavorato molto bene. Adesso, come premio, meritate minimo un lungo riposo. Il nostro bel paese, ormai, non ha più bisogno di voi. Naviga da solo. Sembra un grosso bastimento senza timone in balia delle acque in tempesta. 

Ancora non si è orientato. Sarebbe comunque un punto fermo, ma pare invece che le acque siano più che altro orientate a trascinarlo irrimediabilmente verso gli abissi oceanici.

Cordiali saluti da Tommaso Amato.

Buone feste

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: