Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

L’ingiustizia… di Alessandro Rodà

Ingiustas

Questo è un testo molto amaro, che ci è stato inviato da Alessandro Rodà, detenuto a Tempio Pausania.

——————————————————————————————————-

Alcuni tribunali sono covi di serpenti. Ogni giorno vi fanno competizione per chi condanna di più, per essere protagonisti nella vita altrui, per uccidere l’anima. Tutto questo è ignobile.

Questo mondo ambiguo non mi appartiene. Si naviga nell’ingiustizia per colpa di persone-serpente velenose che mordono ciò che vedono di prezioso.

Loro vivono per il distintivo, soffrono di complessi di inferiorità, frustrazioni che li tormentano.

Gli uomini devono vivere senza alcuna tortura psicologica. I pensieri non devono sbattere da una parte all’altra confusi come onde del mare.

Non riusciranno mai a raggiungere il loro obiettivo, per estirpare la dignità di uomini umili; non avranno mai il quoziente intellettivo per potere capir chi sono i veri uomini e quindi pensano che siamo tutti uguali.

Madre natura per questo ci ha concepito diversi per capire l’altro, per vivere, non per sopravvivere.

Ogni uomo ha il diritto della libertà, vivere la vita con la propria famiglia; purtroppo questi esseri non possono capire. Il loro amore è il loro lavoro, sono privi di sentimento, gioiscono solo quando arrestano e quando condannano. Non importa se si è innocenti. Interessa un capro espiatorio. Altra gioia per loro non esiste.

Nel frattempo gli anni passano. Il tempo è nemico dei nostri giorni e no si saprà quando finirà questa prigionia; anche se dentro il cuore rimarrà per sempre una ferita che non guarirà mai, per il tutto il male che ci è stato afflitto, bisogna convivere, fa parte del nostro mondo, si vive con dolore e serenità.

Se non cambierà questo sistema giudiziario, migliaia di uomini finiranno su questo patibolo, ci sarà dolore su dolore, solo questo potranno dare.

Pensano di essere Dio terrestre, se si fermassero a riflettere, forse, capirebbero che il loro potere un giorno finirà sgretolato.

Alessandro Rodà

Vigevano   21 aprile 2013

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “L’ingiustizia… di Alessandro Rodà

  1. mare_viola@live.it in ha detto:

    Dici bene corvi di serpenti, che restano uniti, da una sola legge! la loro !
    Eppure credevo che lavorassero per la difesa , rispettando la giustizia, ma a sentir tutto quel che succede, mi sono messa dalla parte di chi subisce e nn può combattere tutti sti serpenti, che ha ognuno il suo veleno.
    Trovare un mezzo per estrarlo, ci stiamo provando con ogni mezzo, ma senza speranza , perchè quel veleno ha danneggiato gli animi …
    Il miracolo di ripristino, va ricercato in un nuovo cambiamento di vita, che si aspetta, mentre adesso stiamo a guardare !!! ??????…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: