Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Le società segrete (terza parte)… di Fabio Falbo

Societas

Questa è la terza parte del saggio sulle società segrete che ci ha inviato Fabio Falbo, detenuto a Rebibbia.

—————————————————————————————————————————————

Ai nostri giorni è soprattutto Renè Guénon che ha sviluppato questa antica concezione secondo la quale l’esoterismo è qualcosa di anteriore alla religione stabilita: “anche là, egli scrive, dove la prende come base, in quanto mezzo d’espressione e realizzazione. Esso altro non fa se non riallacciarla effettivamente al suo principio, e rappresenta la realtà, riguardo ad essa, la tradizione anteriore a tutte le forme esteriori particolari, religiose o d’altro genere”.

Il bisogno di richiamarsi a una tradizione estremamente antica- concepita come anteriore al mondo in cui viviamo- è comune a tutti gli esoterismo, donde il problema della “filiazione iniziatica”: ogni raggruppamento ha cercato di provare la propria favolosa antichità che formano una sorta di “catena” (vedi la cura delle chiese cristiane per stabilire la “successione apostolica” dei loro vicari).

A questa trasmissione orizzontale nel tempo, con la conservazione del patrimonio originale attraverso gli stadi successivi dell’umanità, taluni aggiungono anche una trasmissione “verticale”, intemporale e cioè del “superumano” all’umano. Si ritrova questa idea di una “chiesa invisibile” e nascosta ai profani, depositaria della tradizione. Presso i Rosacroce del XVII secolo e presso numerosi autori come Renè Guénon, che sviluppa l’idea dei “centri spirituali”, collegati, essi stessi, “a un centro supremo” che costituisce il deposito immutabile della tradizione primordiale”.

Alla luce di quello che l’iniziazione ha suggerito, molti affiliati a società segrete hanno sviluppato dei sistemi “filosofici religiosi”, nei quali si ritrovano le stesse idee fondamentali.

-Come tutti gli occultisti, i pensatori di questo genere sono stati tormentati dai problemi più astrusi: perché c’è qualche cosa anziché nulla? Come è stato creato il mondo? Perché esistiamo? Perché il male regna quaggiù? Quale sarà la sorte dell’uomo e dell’universo? Sin dal principio, le cause della sua origine, lo scopo della sua esistenza e il suo destino dopo la morte; e in ogni tempo vi sono state delle società segrete i cui affiliati hanno preteso di essere in grado di comprendere le leggi che regolano il mondo, e detenere il segreto ineffabile, che permette di risolvere il problema fondamentale.

“Dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo?: Ecco le tre domande cruciali che si sono poste molti spiriti, unite al desiderio innato che l’uomo ha di possedere una potenza senza limiti.

“Sete di conoscenza integrale, volontà di potenza soprannaturale, tali sono” -scrive R. Le Forestier, “le sorgenti profonde da cui sgorga l’occultismo, quali che siano le forme che esso riveste: teosofia, teurgia, magia antidemoniaca, astrologia o alchimia”. D’altra parte, in margine all’iniziazione stessa, vi è anche stato, nel pitagorismo o in certe gnosi per esempio, un vero insegnamento segreto, la divulgazione di una dottrina a una cerchia di uditori scelti.

Ma è un errore confondere “iniziazione” e “dottrina segreta”. Così la cabala è una filosofia segreta, e non una “iniziazione”. 

-Per quel che concerne i sistemi stessi, filosofie che fanno un grande uso dei simboli e dei miti, soli mezzi di rendere esplicito l’ineffabile, essi possono apparire estremamente complicati e stravaganti. Ma è molto facile scoprire la loro articolazione generale che risponde sempre allo schema: come sono stati creati l’universo e l’uomo? Come è costituito il mondo attuale, e quale è in esso il posto dell’essere umano? Quale sarà il destino dell’universo e dell’uomo? (ossia: “il principio, il mezzo e la fine dei tempi”).

Sono, insomma, delle vere “filosofie della storia”, prendendo questo termine in un senso molto largo.

Quanto alle teorie vi si ritrovano press’a poco tutte le tesi classiche dell’occultismo: il principio del mondo soprannaturale vera causa del mondo naturale, poiché ciò che cade sotto il controllo dei sensi è “un insieme di cose invisibili manifestate visibilmente”; l’analogia tra l’universo, il “grande mondo” (macrocosmo) e l’uomo, il “piccolo mondo” (microcosmo); le teorie sulla creazione che fanno appello, per lo più, all’unione di un principio maschile e di un principio femminile e ritrovano l’antica dottrina  dell’uovo del mondo, che contiene sin dal principio, allo stato di germi, tutti gli esseri che si svilupperanno e si differenzieranno in seguto con molteplici spiegamenti.

Queste correnti di pensiero, designate sotto il nome generale di “occultismo”, hanno esercitato una influenza molto più importante di quanto si sarebbe indotti a credere a prima vista: sin dalla più remota antichità è esistita una successione ininterrotta di organizzazioni più o meno segrete i cui adepti hanno coltivato le “scienze misteriose”, se ne ritrova ugualmente un’eco più o meno lontano in certe cerimonie religiose come in varie tradizioni popolari.

A questo proposito, si possono qui indicare i rapporti tra le organizzazioni iniziatiche e le religioni “positive”: queste ultime sono, per il loro proselitismo, delle istituzioni exoteriche, cioè aperte a tutti senza distinzione, mentre le società iniziatiche sono esoteriche, e cioè riservate, in linea di principio, a quelli che possiedono una qualificazione particolare. 

In taluni casi l’exoterico e l’esoterismo coesistono in seno ad uno stesso gruppo (presso i mormoni, per prendere un esempio moderno, esistono due specie di riti: i pubblici, accessibili a tutti, ed i segreti, praticati nei templi e ai quali hanno accesso soltanto i preti).

Ma molto spesso, le chiese hanno impegnato una lotta senza quartiere contro i culti “segreti” e le dottrine riservate ad “iniziati”: bassa ricordarsi la lotta senza pietà che il cattolicesimo  ha condotto, dalla sua fondazione, contro l’esoterismo e i cenacoli iniziatici.

L’INIZIAZIONE E LE SOCIETA’ SEGRETE PRESSO I PRIMITIVI

Il caso dei popoli dotti primitivi (che, secondo gli occultisti, sarebbero il contrario delle società “regressive”, degenerate perché la mentalità chiamata “prelogica” rappresenta le vestigia più grossolane della “parola perduta”) è tra i più interessanti.

Vi esistere l’iniziazione in due gradi:

1-Si ha anzitutto una iniziazione che è comune a tutti i membri della tribù: sono riti di passaggio, che segnano il mutamento brusco dall’infanzia all’età adulta. I giovani sono sottoposti, nel corso di una cerimonia pubblica che sovreccita la loro immaginazione, a prove fisiche spesso crudeli (tatuaggi, mutilazioni, ecc.), subite, il più spesso dopo un digiuno totale molto lungo.

Tutto ciò tende a mantenere negli adolescenti uno stati di ebetudine  e di timore di natura ipnotica, durante il quale vengono insegnate ai neofiti le credenze fondamentali della tribù.

Si ha lì una alleanza delle tecniche di governo e della magia poiché l’ordine sociale riflette fedelmente l’ordine cosmico della natura (si ritrova la lontano sopravvivenza di quei “riti di passaggio nelle vessazioni inflitte in monte grandi scuole ai “pivelli” dagli “anziani”, come anche nella tendenza, mantenuta nella società moderna, di solennizzare la maggiore età).

2-Ma esistono ugualmente, presso i primitivi, delle autentiche società segrete: gli etnologi hanno descritto, per esempio, nell’Africa centrale, numerose associazioni di stregoni e di idolatri, associazioni spesso rivali e che possiedono, ognuna, un sistema di segni segreti di riconoscimento, una mitologia particolare e cerimonie distinte, talvolta cruente. E’ necessario limitarsi ad alcuni esempi caratteristici, tanto più che i gruppi la cui influenza è stata reale sono, in verità, in numero molto ristretto.

Preferisco il termine “società segrete”, perché di questo si tratta. L’Oriente, in particolare la Cina, le Indie e il Tibet, possiedono certo un gran numero di riti esoterici, dei culti con “Misteri”, senza contare i gruppi con scopo soprattutto politico.

Voglio solo elencare solo alcuni gruppi iniziatici del solo mondo Mediterraneo col limite ai principali, ecc.

 

 

 

 

 

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: