Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Pensieri dalla “prigione senza luce”… di Salvatore Pulvirenti

Costituzione

Ecco un’altra riflessione di Salvatore Pulvirenti, detenuto in quella che lui chiama “la prigione senza luce”, il carcere di Badu e Carros a Nuoro.

Questa riflessione parla della Costituzione, ed è pervasa d un senso di amarezza, nel trovarsi di fronte a un testo magnificamente scritto ma non applicato.

————————————————————

La Costituzione italiana.

Art. 1- L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro.

Art. 2- La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolbili dell’uomo.

Art. 3- Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge.

Art. 27 c3- Le pene non possono consistere in trattamenti contrari l senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.

Che bella! La nostra Costituzione a leggerla mi fa sentire “libero”, e mi da’ un senso di sollievo.

Ogni volta che la vedo, sì! Perché si trova in tanti diversi testi giuridici. Mi da’ un senso di felicità, per lo più quando leggo l’art. 27. 

Mi soffermo: (e dico che sto per uscire, perché ho scontato 22 anni ininterrotti di carcere e mi sento rieducato). 

Cazzate! Cazzate! Cazzate!

Ogni volta che la leggo mi viene da ridere! La Costituzione non giova a niente, perché non viene mai usata.

Per cui.. quale art. 1, 2, 3, 4, 5, ecc.? 

Sarebbe meglio riformarla.

Un abbraccio a Francesca Teresa da Sassari

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Pensieri dalla “prigione senza luce”… di Salvatore Pulvirenti

  1. Alessandra lucini in ha detto:

    L’Italia è una Repubblica fondata sulla disoccupazione
    La Repubblica non riconosce e non garantisce i diritti inviolabili dell’uomo.
    I cittadini vengono trattati in base al denaro che possono offrire.
    Le pene vanno contro ai diritti dell’uomo e al senso di umanità.
    Ciao Salvatore un caro abbraccio

  2. francesca Teresa in ha detto:

    Ciao Salvatore, hai proprio ragione …la nostra costituzione non è stata quasi mai applicata
    Art. 2 La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo. I diritti dei cari detenuti, costretti a “ vivere” in 4 in una piccola cella……
    Ricambio l’abbraccio…..Francesca Teresa…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: