Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

La Carta dei figli di genitori detenuti

det

E’ nato da poco un Protocollo d’intesa a tutela dei diritti dei tantissimi bambini che, avendo i genitori detenuti, si trovano anche loro coinvolti, in un modo o nell’altro, col mondo del carcere. Questo Protocollo viene definito “Carta dei figli dei genitori detenuti”.

La Carta è stata siglata dal Ministero della Giustizia, dall’Autorità Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza e dall’associazione “Bambinisenzasbarre” . Tutta la Carta ruota, in particolare, intorno al diritto dei minorenni alla continuità del proprio legame affettivo con il genitore detenuto.

Il Protocollo ha una durata di 2 anni, ed istituisce un Tavolo permanente composto dai rappresentanti dei 3 firmatari, che ha i il compito di monitorare periodicamente l’attuazione dei punti previsti nella carta.  

Questi otto punti, tutti incentrati sul prioritario interesse del minore, intervengono su questioni  come le decisioni e le prassi da adottare in materia di ordinanze, sentenze ed esecuzione della pena (Art. 1); le visite dei bambini all’interno degli Istituti Penitenziari (Art. 2); gli altri tipi di rapporto con il genitore detenuto (Art. 3); la formazione del personale dell’Amministrazione penitenziaria e della Giustizia minorile (Art. 4); le informazioni, l’assistenza e la guida dei minorenni figli di genitori detenuti (Art. 5); la raccolta dei dati che forniscano informazioni sui figli dei genitori detenuti, per rendere migliori l’accoglienza e le visite negli Istituti Penitenziari (Art. 6); la permanenza in carcere dei bambini in casi eccezionali, qualora cioè al genitore non fosse possibile applicare misure alternative alla detenzione (Art. 7); infine l’art. 8 Istitutivo del tavolo Permanente.

Tutti gli articoli riguardano sia i minorenni in visita negli Istituti Penitenziari, che i figli dei genitori detenuti negli Istituti penali minorili.

Io sono dell’idea che iniziative come questa vadano sempre apprezzate. Nella speranza che poi abbiano ricadute reali e che non si fermino all'”evento simbolico”.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: