Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Sant’Agostino… di Giovanni Zito

Arte astratta

Il nostro Giovanni Zito -detenuto a Padova- ci manda le riflessioni scritte a caldo della lettura de “Le Confessioni di Sant’Agostino.

—————————————————————-

Da un po’ di tempo mi capita di leggere libri di fede o quanto meno che fanno riferimento alla fede. Sant’Agostino con le sue confessione cerca di spiegare il senso della vita seguendo i suoi pensieri, prima come filosofo e poi come cristiano. 

Ma cos’è che era cambiato in lui?

Cosa lo ha spinto versi Dio e Gesù.

Così forte è stato il suo misticismo da concludere il suo cerchio di vita nella contemplazione. Comunque sono contento di avere letto “Le confessioni”. Sono da leggere secondo i propri peccati… Mentre il buttafuori di Dio che parla di una storia vera fa riferimento alle tante tribolazioni della vita di un ragazzo che crescendo diventa sempre più aggressivo verso la società.

Alla fine anche lui trova Gesù Cristo, confessa i suoi peccati, abbandona la sua vita di perversione e corruzione e va in cerca di Gesù. 

Ma perché c’è questa disparità nella vita di tutti i giorni se Dio è per tutti?

Come è possibile che le parole, quelle immutabili, si confondino nella memoria degli uomini, oppure è vero come sta scritto nella genesi che vi sono i figli di Dio e quegli degli uomini? Non so cosa credere in questa vita, perché ciò che vivo sta fuori  misura. Non è misurabile vivere una vita nel pensiero. Sono però convinto che qualcosa c’è al di fuori della nostra. Pertanto , forse sarà il fatto che ognuno vede la vita differente dal proprio simile, un simile indifferente della vita.

Le cose non cambiano mai in carcere, specialmente quando si hanno delle lunghe pene da scontare. Ma quello che mi domando: “si può scontare un ergastolo?”. Vorrei tanto trovare una soluzione al tema del mio problema.

Invece mi capita questa lettura che parla di fede. Libri dove il pensiero diventa mistico, come le visioni di Dante Alighieri. 

Comunque, per quello che capisco io, è sicuramente un bene quando si scrive in merito alla vita da vivere nel migliore dei modi, perché la vita rimane il bene più prezioso. Che poi si debba vivere secondo il volere altrui, sarà cosa più grande di me. Non lo condivido, ma lo devo accettare.

Sono sempre detenuto a Padova.

La primavera porta ancora qualche giorno di scompiglio, così come le mie parole che scrivo toccando temi e schemi pungenti, ma questi sono i miei pensieri.

Se volete potete anche lasciare un vostro commento personale, oppure andare avanti come se niente fosse. Tanto sono solo parole scritte da un ergastolano.

Giovanni Zito

 

 

 

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “Sant’Agostino… di Giovanni Zito

  1. Alessandra lucini in ha detto:

    Mi viene in mente quella frase che dice OGNI SANTO HA UN PASSATO E OGNI PECCATORE HA DIRITTO A UN FUTURO

  2. Giuseppina Zito in ha detto:

    no! non mi fermerò allungo, ma non ci passerò sopra se non prima ti abbia lasciato un piccolo pensiero per te mio buon amico. Parlare di un Dio !! ma chi ne parla non sa di che parla , perché l’unico Dio e nella propria coscienza, e quando la desti chiamandola in causa, lei ti viene e ti assiste, e ne esci Santo …
    L’uomo deve misurarsi con lei, non l’uomo che l’ha rasa, la intorpidita, la sporcata, bloccando la sua funzione sostituendola con carceri per giunta a vita.
    Non è vittoria , ma è la sconfitta sia dell’uomo che di Dio …quando la coscienza viene annullata , chiudiamo la sua bellezza e la sua potenza.

  3. mari in ha detto:

    Caro Gio’ la” condizione” della tua vita non ti condiziona se maturi di questi pensieri, e i tuoi pensieri sono il tuo sentire, e il tuo sentire è il tuo vivere, e si vive anche una vita nel pensiero, perchè il tuo pensiero trasforma la tua vita quando diventa parola che lasci qui, segno del tuo passaggio, orma sul sentiero che stai percorrendo. Domande le tue a cui risposta arriverà, non temere, tu continua a cercare.Agostino è un buon maestro e vivere secondo il” volere altrui” sarà una scoperta sorprendente. Fidati Gio’, ci penserà Lui.
    🙂

  4. beatrice in ha detto:

    Ti trascrivo delle righe che l’amica Maria Costanza ti ha scritto in risposta ai tuoi pensieri su S. Agostino. “Caro Giovanni, molto bello quello che scrivi perchè: pur se nella sofferenza per la libertà che ti è tolta (ed è uno dei beni più grandi di ogni uomo che vive nel mondo), stai scoprendo tuo malgrado una verità più profonda, che nessuno ti potrà mai togliere, quella libertà dello spirito che leggendo ti mostra e ti fa pensare cose diverse grandi e belle. S. Agostino è un grande santo perchè è riuscito a rialzarsi da una vita sbagliata e cattiva per scoprire dentro di sè l’amore di un Dio di cui tutti siamo FIGLI AMATI. Buona lettura e un cordiale saluto. M. Costanza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: