Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Segnalazione sulle condizioni di un detenuto nel carcere di Parma

cenni

L’amico Antonio di Radiocane, che è in contatto anche col circolo Cabana di Rovereto, ci invia questa segnalazione fatta alla vicedirettrice del carcere di Parma, la dott.ssa Anna Albano, in merito alle condizioni molto problematiche che starebbe vivendo un detenuto di nome Nocera William, arrestato per uso di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. Noi non conosciamo la vicenda del merito, anche in relazione a quanto effettivamente questo detenuto starebbe vivendo dentro il carcere, ad es. la diminuzione di 12 kg del peso. Ma basta anche solo il dubbio che tutto ciò possa corrispondere a realtà, per condividere questa segnalazione.

—————————————————

Gent.ma Dr.ssa Anna Albano, mi dicono che nella struttura da lei diretta, è detenuto il sig. Nocera William, per gli amici Willy, con l’accusa di uso di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. Mi dicono anche che dopo una attenta perquisizione, nulla è stato trovato e la “resistenza” è la conseguenza di un arresto immotivato. Giudicare a lei non compete, ma ci sono problemi che riguardano le sue competenze. Willy, è in carcere dall’inizio di gennaio, ed è già dimagrito di 12 Kg. Inoltre è ammalato ed ha la febbre, ma nessun medico è intervenuto. Mi dicono che il cibo portato dai familiari non gli viene consegnato e la posta che invia non viene spedita. Inoltre i familiari hanno potuto vedere e documentare fotograficamente i suoi vestiti pieni di sangue. Cosa sta succedendo nel carcere di Parma da lei diretto? Sappiamo dal rapporto dell’Osservatorio Antigone, che c’è stato nel 2011 un suicidio, ma ci sono tuttora molti casi di autolesionismo. Non è accettabile tutto questo. La invitiamo ad intervenire con l’autorità che le compete per eliminare queste brutture,prima di piangere ulteriori morti a causa di ingiustizie e comportamenti disumani.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

3 pensieri su “Segnalazione sulle condizioni di un detenuto nel carcere di Parma

  1. Alessandra lucini in ha detto:

    temo che non sia soltanto un dubbio ahimè

  2. Giuseppina Zito in ha detto:

    no! per conto mio , lo sanno bene, come è la situazione di ieri e di oggi …

  3. Alessandra lucini in ha detto:

    Storie di ordinaria violazione dei diritti umani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: