Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Quando la pena si trasforma in vendetta… di Giuseppe Barreca

kandinsky-arco-nero

Il 21 settembre pubblico pubblicati un post dove parlavo del permesso chiesto da Giuseppe Barreca -detenuto a Spoleto- per potere celebrare le nozze d’argento con la moglie. Permesso -inaspettatamente e dolorosamente negatogli (vai al link.. https://urladalsilenzio.wordpress.com/2013/09/21/giuseppe-barreca-e-le-nozze-dargento-negate/).Giuseppe aveva una certa aspettativa positiva, perché, quando ha dovuto sostenere la seduta di laurea, gli venne concesso un permesso senza scorta.

Recentemente Giuseppe ci ha inviato questo suo testo, che credo sia nato anche dall’indignazione per questo rifiuto.

——————————————————————-

E pensare che sono uscito dal carcere per un giorno per poi rientrarvi consapevole che sarà il luogo dove vi dovrò morire, considerata la spaventosa pena cui sono oggetto.

Ho la consapevolezza che il carcere è l’istituzione più sbagliata  non solo per me, ma anche per i tanti che oggi in carcere si nutrono solo di cultura. 

Quando la pena dunque si trasforma in vendetta le garanzie cessano la loro funzione per lasciare spazio alla prevaricazione più estrema. Credo di aver pagato un debito salatissimo con la giustizia. 24 di privazione. Una vita. Una assurdità. Un tempo senza tempo. Una follia nella sua essenza più assoluta. Un tempo che nel mio caso ha anche avuto taluni risvolti positivi e di cui ne sono fiero. 

Continuerò a combattere contro i mulini a vento immaginando, come l’intrepido Don Chisciotte, che siano coloro che continuano a perpetuare la mia già perpetua pena. 

Non mi fermerò davanti ai muri di gomma di turno.

Ho la certezza che da questa assurda follia ne uscirò, forse a pezzi e da sconfitto, ma ne uscirò. Sul polso sinistro interno ho tatuato (già dalla libertà) una frase che concettualizza e riassume un po’ la mia filosofia di vita: “NEVER GIVE UP” (non mollare mai). Continuerò a lottare inseguendo il sogno della libertà e non mollerò mai un solo attimo. Lo farò per qualcuno di molto speciale che ha bisogno delle mie carezze. Del mio amore. Del mio abbraccio. Del mio calore. Qualcuno che riesce a dirmi TI AMO forse senza amarmi, senza conoscermi, senza avermi mai vissuto, senza sfiorarmi, senza forse ricordarsi come sia il calore dei miei occhi, dei miei capelli, della mia pelle, senza sentire il mio cuore battere, senza conoscere il mio sorriso e forse il mio visto. A TE.

A VOLTE IO…

Anche se ti succede raramente,

a volte ti immergi nei pensieri,

rivivi la tua vita,

ripensi agli amori vissuti,

rischia di perdersi la tua mente,

e troppo grande ciò che provi,

tanto che ti prende, ti trascina,

in un vortice di dolore,

a stento trattieni il pianto,

per pudore, per non fare rumore.

Perché hai una parte da recitare,

che il destino ha stabilito,

quella del duro, forte e dannato.

E’ una sensazione che ti accompagna

per tutto il sonno,

ti lascia solo al mattino.

Ma non puoi cambiare la tua natura,

dentro, sei rimasto un bambino,

un idealista, un sognatore

timido, candido, puro.

Immacolato.

Ma non ti lasci andare,

è come una debolezza,

intima, interiore,

che non vuole far sapere,

per non scoprirti, denudare,

per uscire dalla solitudine

per la vittoria/ per l’amore/ per la vita 

-flash per Grazia e Nadia: siete sempre nel mio cuore affettuosamente.

 

 

 

 

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Quando la pena si trasforma in vendetta… di Giuseppe Barreca

  1. Alessandra lucini in ha detto:

    E tu sei nel loro cuore come loro sono nel tuo, e a dirla tutta, tu come tanti altri, sei nel mio.

  2. Giuseppina Zito in ha detto:

    non mi sorprende nulla , ma sei tu che mi sorprendi nel farmi placare quel tumultuoso cuore che pur battendo chiede pace e amore e cosi sei tu che mi conforti …grazie di tutto Giuseppe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: