Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

L’importanza del perdono.. dal libro di Domenico D’Andrea

SONY DSC

Il nostro Domenico D’Andrea -detenuto a Padova- ha scritto mesi fa un libro sul perdono, che deve ancora essere pubblicato.

Domenico è ha una testa rara da trovare anche tra chi è a piede libero… ha studiato moltissimo -due lauree, svariati master, tra cui uno in criminologia.. ha scritto libri.. ha cercato, in questi anni, di lavorare intensamente sulla sua mente e sulla sua anima.

Riguardo il suo testo sul perdono, il 4 luglio pubblicai una introduzione (vai al link.. https://urladalsilenzio.wordpress.com/2013/07/04/il-perdono-una-introduzione-di-domenico-dandrea/) e il 25 luglio un brano (vai al link.. https://urladalsilenzio.wordpress.com/2013/07/25/un-altro-brano-sul-perdono-dal-libro-di-domenico-dandrea/).

Oggi pubblico un altro estratto.

————————————————————————————–

L’ìmportanza del perdono

Parlare dell’importanza del perdono nella nostra vita diventa a questo punto una condizione imprescindibile. I benefici che esso comporta sono notevoli e riguardano sia  la psiche che il corpo. Diventa quasi vitae per noi poter perdonare dando libero sfogo al nostro arbitrio. Perdonare significa percorrere grandi spazi in poco tempo, significa liberarsi dalle catene che ci impediscono di volare verso nuovi orizzonti. La gioia dovrebbe essere il nostro unico obiettivo.

Il perdono è una qualità che diventa una chiave per liberare i nostri pensieri e le nostre energie, che altrimenti rimarrebbero bloccate nel caso di un mancato perdono e facciamo più pensieri del necessario, entriamo nello spazio del “non-luogo” e in questo spazio rimaniamo bloccati. Rimanere bloccati nello spazio della rimarginazione del non-luogo significa stancarsi di più, perdere lucidità. Ci innervosiamo e commettiamo altri errori.

Un esempio lampante di una persona capace di perdonare tutto è Cristo. Cristo ci ha insegnato a liberarci da tutti i legami del nostro passato che ci impediscono di poter prendere strade diverse per poter godere della nostra esistenza. L’esempio citato ovviamente vale anche per i non cristiani. Non significa cerco assumere un’identità in Cristo per comprendere che le cose dette da Cristo possono esserci da esempio.

Un altro aspetto del perdono, spesso trascurato, è quello rivolto verso di noi. Perdonare noi stessi è fondamentale per accettare le nostre lacune e i nostri errori. Grazie a questo perdono possiamo liberarci dal senso di colpa che di degrada e ci aiuta a migliorare la nostra vita.

Anche il Mahatma Gandhi si espresse sul perdono. E’ importante sapere cosa rispose alla domanda:

“Supponiamo che si faccia avanti uno che ti copra di insulti. Dovresti lasciarti umiliare?”. Rispose Gandhi: “Se ti senti umiliato, sei autorizzato a dare un ceffone al prepotente, o a fare quanto ti sembri più opportuno per ottenere il rispetto. L’uso della forza, in questo caso, sarebbe una conseguenza inevitabile, se non sei un vile. Ma se hai assimilato lo spirito della non-violenza, allora, o farebbe sì che il prepotente si vergognasse di se stesso e quindi preverrebbe gli insulti o ti renderebbe immune contro di essi, cosicché l’insulto resterebbe soltanto sulla bocca del prepotente e non ti toccherebbe affatto. Nessuno potrà mai disonorare un valoroso. La regola d’oro è di essere amici di tutto il mondo e di considerare l’umanità intera come una famiglia. Colui che distingue tra la propria famiglia e quella di un altro, diseduca i membri della sua famiglia e a apre la strada alla discordia e alla irreligiosità. Non violenza significa perdonare le offese e non ripagare con la stessa moneta. Il perdono è l’ornamento dei forti, dice un proverbio in sanscrito. La non violenza non è un fatto meccanico. Essa è la più bella qualità del cuore e la si conquista con l’esercizio. Quando la si raggiunge appare come naturale, spontanea, e chi la possiede si domanda perché si sia fatta tanta fatica a conquistarla. Cosa c’è di più naturale che restituire colpo su colpo, dice il bruto che è in noi. Che cosa può essere più naturale che ripagare l’offesa con il perdono, dice l’uomo che è in noi. Colui che ha recato offesa non sapeva quello che faceva. Perché l’offeso dovrebbe anche lui non sapere quello che fa? La coscienza non è la stessa in tutti. Pertanto, mentre essa è buona guida per la condotta individuale, l’imposizione di tale condotta a tutti sarebbe un’intollerabile interferenza nella libertà di coscienza degli altri. Hanno tutti una coscienza? Il significato etimologico di coscienza è “conoscenza del vero”. La definizione del dizionario è  ‘facoltà di distinguere tra ciò che è giusto e ciò che è ingiusto e di regolare di conseguenza la condotta’ “.

(…)

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “L’importanza del perdono.. dal libro di Domenico D’Andrea

  1. Alessandra lucini in ha detto:

    E questo libro si trova in libreria? Vorrei saperlo, Domenico è affascinante come scrittore e mi piacerebbe averlo

  2. Pina in ha detto:

    Mio carissimo Domenico, tu nn puoi sapere, quanto mi fa piacere leggere, ciò che scrivi, perché in esse ci trovo tutte le essenze, di chi con prove, è giunto sin qua, offrendo dei pezzi unici, che vanno letti in piena consapevolezza, per nutrire ed arricchirti internamente.
    Devo confessarti, che porto con me in borsa, da l’anno scorso, la prima tua introduzione sul Perdono, che ha viaggiato, sino in Australia,e quando lo tiravo fuori e ne parlavo, osservo le risposte, attraverso gli occhi …
    Così evitando che si logori, acquisterò il libro quando è pronto.
    Una parola, da nn sottovalutare, per la sua in mensa potenza.
    Ti sei guadagnato un grazie profondo …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: