Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Un pasticcere a Catanzaro- ricette di Fabio Valenti

Tortas3

Ecco un’altra ricetta del nostro pasticcere di fiducia… Fabio Valenti, detenuto a Catanzaro.

———————————————————————————————————————

TORTA GOLOSA

Ingredienti:

2 uova,

80 g. di zucchero,

75 g. di farina

50 g. di mandorle ridotte in polvere,

1 pizzico di sle.

Copertura.

600 g. di gelsi rossi,

80 g. di zucchero,

mezzo fogio di gelatina (un grammo)

——-

Procedimento:

1) Imburrate e infornate una tortiera a cerniera d 24 cm di diametro. Separte le uova, montate i tuorli con 2-3 cucchiai di acqua bollente, lo zucchero e il pizzico di sale e lievitateli fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. A parte montate gli albumi a neve ben ferma. Amalgamate gli albumi a composto dei tuorli mescolando con delicatezza dal basso verso l’alto. Aggiungete la farina e le mandorle ridotte in polvere. Amalgamate con delicatezza mescolando sempre dal basso verso l’alto. Versate l’impasto nella teglia imburata, livellate e infornate in forno gi caldo, a 160° per 20 minuti circ fino a quando avrà un colore dorato. A cottura ultimata lasciate il dolce nel forno con lo sportello leggeremente aperto per 2-3 minuti. Poi tiratelofuori e aspettate che si raffreddi.

2) Lavate e asciugate i gelsi. Una metà versateli in un tegamino con lo zucchero e fateli cuocere per 5 minuti circa. Nel frattempo mettete la gelatina in acqua fredda per farla ammorbidire. Frullate i gelsi e passateli nel coino e fate cadere il liquido dentro una ciotola. Aggiungete la gelatina e mescolate in mod che la gelatina sii sciolga per bene.

3) Guarnite il dolce, lasciando la torta dentro la tortiera: sistemateci sopr i gelsi interi su tutta la superficie dela torta, versateci il succo di gelsi con la gelatina e ponete il dolce in frigo per almeno due ore oppure nl freezer pre un’ora circa.

Al momento di servire, aggiungete il cerchio della tortiera, trasferite la torta su un piatto da portata e buon dolce.

N.B.: Ricetta facile. In più potete personalizzarla cambiando i frutti come ad esempio le more di rovi, i frutti di bosco. Ottime le fragoline, fragle, lamponi o ciliege amalgamate ecc.ecc.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

3 pensieri su “Un pasticcere a Catanzaro- ricette di Fabio Valenti

  1. pina in ha detto:

    caspita con i gelsi !!! Un frutto che ne vado ghiotta , la farò appena li trovo, li ho visti è anche assaggiati poco tempo fa , grazie come sempre e al prossimo incontro …intanto un grazie caloroso …

  2. rossana in ha detto:

    sei una tentazione continua 🙂 e non si può non sperimentare!!!!!! grazie Fabio .. ovviamente sarà buonissima perchè è già buona solo a leggerla 😀

  3. Alessandra lucini in ha detto:

    Per fortuna nel momento in cui leggo queste ricette golose ho appena finito di consumare un’abbondante cena, altrimenti l’acquolina sarebbe qualcosa di insopportabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: