Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

“Poveri voi” e “Lettera aperta a Beppe Grillo” di Gino Rannesi

images

images (1)

Torna, lucido e pungente come sempre, Gino Rannesi, attualmente al carcere di Opera:

“Poveri voi”.

 Poveri voi, ma sarebbe più consono dire “Povera Italia”. Le ultime elezioni hanno messo in evidenza come gli italiani non si smentiscano mai. Brava gente, per carità, ma creduloni. Il vostro è un paese “democratico”,  ragion per cui ognuno è libero di credere che il sole esca dal pozzo, che l’IMU sarebbe stata restituita, che ad ogni disoccupato sarebbero andati 700 € , etc.

Ognuno ha votato credendo di fare la scelta migliore. Pazienza,  è andata male. Nessuna attenuante per coloro che non si sono recati alle urne. Ignavi ! Avete contribuito al disastro in cui regna il nostro bel paese. In questa tornata vi erano tante varianti, c’era l’imbarazzo della scelta e invece siete rimasti tappati in casa. “Non abbiamo creduto in nessun partito”.

Questo non era il momento, bisognava comunque scegliere, magari per quello che si riteneva essere il male minore. Ma é mai possibile che la colpa sia sempre degli altri?

I tirannosauri non riescono a formare un governo, intenti a scannarsi tra di loro questi non si sono accorti che un teatrante comico-drammatico stava compiendo l’impresa. Adesso sono cazzi amari, il teatrante ubriaco dal successo ne sta facendo una questione personale, se la tira… “Tutti a casa”. In realtà il suo slogan “Tutti a casa” in questo momento altro non è che la fine di quella parvenza di democrazia che ancora vigeva in Italia. “Tutti a casa”. In barba ai disoccupati e alla povera gente.

  

Salve amici cari, sono sempre io, quel lazzarone che vorrebbe tornare “libero”.

Voglio farvi partecipi di quanto ho discusso con una donna durante l’ultimo colloquio.

La donna in questione è una grillina. Si apre la porta della saletta ed ecco che la grillina fa il suo ingresso. “Avete perso, avete perso”.

La grillina sa che io sono per uno schieramento di sinistra. Grillina,  ma che dici? “Abbiamo vinto, una vittoria di Pirro, ma abbiamo vinto”. Gino, ti rendi conto? Siamo il 1° partito, siamo andati oltre a quelle che erano le nostre aspettative”. Come darle torto.

Va bene siete il 1° partito e allora? E forse questo un buon motivo per sfasciare quel poco che sarebbe rimasto?

“Non vedi una contraddizione traquello che diceva Grillo durante la campagna elettorale –ci vuole solidarietà, aiutiamoci gli uni gli altri; daremo 700€ per 3 anni a chi perde il lavoro… e bla… bla- e quello che invece sta facendo adesso? Non vuole che nasca un governo, “voteremo di volta in volta tutte quelle proposte che ci troveranno d’accordo”…va benissimo, ma per fare ciò bisogna dare la fiducia perché è un governo possa nascere. E allora?

Che cazzo vuole fare il tuo Grillo? Ma non diceva di essere uno? Non diceva “Io sono solo uno, qui siamo tutti uguali?”… forse voleva dire che lui è il n. 1 e che tutti gli altri non siete un cazzo! La grillinà è perplessa.

“Sai,  Gino, ho firmato la petizione che invita Grillo a fare l’accordo con il PD… certo se Garganella si togliesse dai coglioni forse”…

Concordo.

Un abbraccio a tutti gli amici e non del Blog.

Ciao a Teresa.

 

“Lettera aperta a Beppe Grillo”

 

Se è vero che il buon giorno si vede dal mattino, allora buona notte. Hai vinto, complimenti. Hai vinto grazie a quei milioni di persone che hanno dato il loro voto al Movimento 5 stelle. Hai vinto,  ma “sembra” che tu non lo abbia capito. È finita, la campagna elettorale è finita, è ora di fare le cose che hai promesso.

“700 € alle persone che non hanno o che perdono il lavoro…”  “Noi non voteremo la fiducia a nessun governo”… e allora che cosa vuoi? Se non nasce un cazzo di governo come farai a mantenere le promesse fatte? Certo non ti aspettavi di prendere il 25 per cento,  ma adesso che fai?

“Tutti a casa”. Non si può, hai solo il 25%, per mandare tutti a casa avresti dovuto prendere il 51%; accontentati di mandarne a casa solo uno, almeno per il momento. Da buon teatrante hai riempito le piazze, hai ricevuto degli applausi che tanto ti rendono felice,  ma la festa è finita, devi dare conto ai milioni di elettori che hanno creduto in te, e se non capisci questo, beh… allora sei due teste di cazzo…

Gino Rannesi

Carcere di Opera, m arzo 2013

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

8 pensieri su ““Poveri voi” e “Lettera aperta a Beppe Grillo” di Gino Rannesi

  1. pina in ha detto:

    Mio carissimo amico , sei arrivato giusto in tempo ero proprio giù giù e grazia a Nadia , bella donna di dentro è di fuori, sempre pronta a fare la parte della postina , cossi eccoti qua per leggerti nella parte del grillo parlante mi piace assai , dire la verità , non è da tutti , ma la tua chiarezza mi consola , anche se devo essere io a farlo , mentre qua sembra il contrario .
    E da tanto che non ti sento così pensavo che la tua libertà ti aveva dato alla testa e che non volevi più vederci, vedi una volta fuori , scordi tutto , ma introduci solo luci false e allarmanti , tranne la famiglia che contenta ti aspetta .
    Comunque adesso basta scherzare andiamo hai fatti anzi dire fattacci sporcati in casa , difficile da pulire , siamo sempre nella merda , anzi più merdati , tra promesse e blà blà blà non si sa che succederà.
    Tutti gridano , e sono sempre più stonati, una vera banda che non solo si fanno i cazzi loro, ma hanno portato il paese allo sballo .
    Adesso ci sono i poveri , tutto ad un tratto se ne sono accorti anche il papa Francesco , che parla solo con i poveri , ma guarda un po se sempre saputo , ma nessuno si è interessato a loro. Adesso invece si , che strano l’uomo arriva sempre in ritardo , e poi sempre quando uno se ne andato al creatore , prima non era possibile , le menti erano e sono sempre occupate altrove , dove prendere e già !!!! Bella l’invenzione caro Gino .
    La gente è facilona si lascia facilmente corrompere , ma non so se applaudire o strapparmi i capelli dal disastro , siamo ridicoli , nel vero senso non si prede coscienza , ma si pensa al proprio tornaconto .
    Queste elezioni sono stati disastrosi la gente si è sparpagliata nel campo degli ulivi per pregare , forse si preparavano al digiuno e cosi dopo e nato un capo che guarda caso , canta solo per le piazze fa promesse con gli strilli e i minchioni stan come fessi ad ascoltare , ma sarà cosi dal vero ????
    E no adesso è chiaro deve fare alleanze e lui non piace , il governo non si fa e alle nuove si andrà , costo sempre che noi tutti pagheremo , siamo un popolo ingovernabile , colpevoli come sempre di credere come minchioni 😉
    A proposito io aspetto sempre la pensione , adesso se non rispondono entro un mese , metteremo l’avvocato patronale se capì amico ???? Wiva L’italia Wiva gli italiani ….
    Ti ammiro perché da li vuoi uscire e lotti ed io lotto pure per tutti.
    Un abbraccio e scusami se sono stata per qualche parola delicata (volgare ), ma ci vuole l’attenzione se no che famo , la fame???? ciao 😉

  2. Maria Chiara in ha detto:

    Bravo Gino!!

  3. germano in ha detto:

    Ottimo!!! Continuiamo così!

  4. Piero Lombardo in ha detto:

    Bella lettera, belle parole, ma in pratica chi si occupa di fare quelle cose concrete che necessitano all’italia. Non meniamo più la chitarra con prese di posizioni inconsistenti e incostruttive. Chi incomincia a fare qualcosa di concreto!
    Piero Lombardo

  5. Alessandra lucini in ha detto:

    Ciao bel ragazzo, ti ho appena spedito una letterina breve breve, nella quale ti chiedo se va tutto bene. Ti trovo qui in forma e questo mi fa molto piacere, bella lettera, nessuno capisce più che cosa ha in testa Beppe.

  6. lorenzo1956 in ha detto:

    che brutta bestia la confusione mentale. abbiamo tutti bisogno di andare in apnea ,bastano 2 minuti riflettere riflettere sui ns fallimenti ,riemergere ed iniziare a pensare ed agire con responsabilità di buon padre di famiglia. per i nostri politici e per Beppe e per chiunque altro …si ritiene…

  7. SALVATORE in ha detto:

    Ciao Gino, vedo che stai bene e questo mi fa piacere.

    Volevo scrivere brevemente il mio pensiero sulla questione di Grillo, non rivolto a te ma lo metto qui perchè è uno spazio in cui si può parlare ed esprimersi liberamente.

    Non sono molto appassionato di politica, però in questi ultimi due anni ho capito tante cose, tutti gli sbagli che abbiamo fatto sia la politica italiana e sia il popolo italiano che l’ha comunque supportata col silenzio e il menefreghismo pur sapendo quello che accadeva.

    Tutte le ruberie e le truffe dei politici sono state “accettate”, ci hanno corrotto con un finto benessere .

    Invece nell’ultimo periodo il popolo italiano lo sta pagando eccome, chi si leva la vita, chi si leva la dignità, chi perde la famiglia e il lavoro, chi perde la casa dopo una vita di sacrifici . . .

    Siamo tutti colpevoli politici e cittadini

    Questo 25% che ha votato il M5S è stato un dire basta al malagoverno e al nostro brutto vizio di fregarsene e dire basta.

    Adesso per la prima volta nella storia il popolo si è rivoltato, per far capire ai politici che i corrotti non si accettano più, è l’ora del rispetto.

    Grazie al M5S questa voce è arrivata in parlamento ai politici, un allarme è arrivato e lo hanno toccato con mano.

    Noi abbiamo pagato il nostro prezzo, loro i politici che continuano a stare li, come pensano di pagare lo stesso sbaglio ?

    Sene devono andare a casa !

    Questo è il prezzo per loro, gli italiani non li vogliono più .

    Nessun membro degli attuali partiti politici si è distaccato una volta emersi gli scandali che tutti conosciamo, allora vuol dire che sono tutti in malafede e quindi tutti sene devono andare.

    Su questo potrei scrivere per due mesi ma mi fermo qui, dobbiamo capire il succo senza strumentalizzare e polemizzare come facciamo sempre.

    Ti saluto e ti abbraccio, fammi sapere di te di come stai.

    Un saluto agli amici vicini e lontani . . .

  8. SALVATORE in ha detto:

    Ciao carissimo amico fraterno, oggi voglio rivelare uno dei tre desideri che io ho sempre voluto vedere realizzati e mai avrei sperato che accadesse.

    I primi due desideri oggi posso dire che si sono avverati se pur contro ogni possibile avversità

    Il terzo desiderio telo voglio rivelare, era è e rimane quello di vederti respirare sotto il mio stesso cielo, libero dalle tue quattro mura e dalla tua ombra

    Caro fratello come si dice non c’è due senza tre, sono molto fiducioso dei miei desideri, questo era il primo che ho fatto .

    Mi sto accorgendo dopo tanti anni che sta uscendo il mio vecchio carattere, mi sento che sto ritrovando il vecchio Salvatore che tu conoscevi

    Ti racconto una cosa facendo un pò il giro largo, in questi mesi ci sono stati conoscenti con famiglie che si sono trovati in notevole difficoltà economica senza che io abbia potuto aiutarli come era mia abitudine fare

    In questi ultimi 15 giorni ho avuto anche qualche telefonata di questi conoscenti che cercavano un piccolo aiuto , ne parlo anche con i miei familiari in sicilia quando li sento a telefono

    Ieri pomeriggio , caro Gino vengo al dunque, ho ricevuto una chiamata da mio fratello Michele, il quale mi ha detto se una sera potevo arrivare a Montecatini ad incontrare un amico che saliva dalla Sicilia con un pensierino per me

    Sono andato e mi sono trovato in mano uno scatolone con 15 pacchette di 2 kg cadauna di carne e salsiccia condita tipica catanese, con pomodoro, cipolla bianca e formaggio tagliata a pezzettini

    Stamattina ho messo un pò di benzina e mi sono fatto un giro a portare questi pacchettini alle persone in difficoltà che mi avevano cercato aiuto

    Vedendo gli occhi di queste persone contenti sono rimasto pieno di gioia e ho telefonato a mio fratello ringraziandolo e dicendogli cosa ne avevo fatto, lui mi ha detto “e io questo volevo” .

    Questo racconto lungo è per ricordare a tutti come noi siamo fatti, io e te, se a Lineri la maggioranza degli abitanti vedendo me ricordano anche te un motivo c’è .

    Uno di questi è la bontà e la generosità verso i più deboli.

    Chiudo salutandoti e augurandoti ogni bene

    Approfitto per salutare Giuseppe R. e famiglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: