Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Pranzo in tandem- un’iniziativa di Grazia Paletta

DCIM100MEDIA

 

DCIM100MEDIA

Tranquilli, questo Blog non si sta trasformando in un Blog di cucina..:-)

Ma l’iniziativa di Grazia Paletta meritava di essere accolta. Merita di essere accolta ogni idea capace di creare un momento di speranza, delicatezza, condivisione… uno spazio di libertà, che duri anche un’ora, ma che alleggerisca le tensioni che divorano dentro.

L’idea di Grazia è in pratica un “pranzo condiviso”. Si sceglie un piatto, un ricetta in particolare, e ad un dato giorno e ad una data ora la si cucina insieme, sia una persona da fuori, sia uno o più detenuti di un determinato carcere.

L’idea di Grazia è comunque a largo raggio. Andrebbe di volta in volta scelta una data, nella quale persone all’esterno (familiari di detenuti ad esempio) e detenuti cucinino insieme lo stesso piatto.. e facendo questo sentano di “condividere” qualcosa, e anche di “mangiare insieme”, pur non essendo materialmente presente.

In questo primo “appuntamento culinario” Grazia e alcuni detenuti del carcere di Badu e Carros in contatto con lei hanno cucinato i…”cannelloni bicolore”. Le immagini con cui abbiamo aperto il post sono le foto dei cannelloni fatti da Grazia..:-)

Comunque di seguito, troverete una descrizione che Grazia fa dell’idea e della ricetta.  E la lettera di uno dei detenuti che ha partecipato.. a questo “pranzo in tandem”.

————————————————————-

Dal momento che non sempre è facile sentirsi “insieme”, in situazione dove le mura si stagliano alte nel cielo e il mare diventa un nemico, ho pensato insieme ad alcuni amici di Badu e Carros di immaginare un “pranzo condiviso”, come meglio spiegheranno loro nello scritto che segue.

 Dato che sono parecchi gli ergastolani che come me apprezzano la buona cucina, lo scambio di ricette è frequente e gli inviti reciprochi innumerevoli…

mi sono detta…”Perché non cucinare contemporaneamente?”

Così, con i nostri “deportati” e i loro compagni abbiamo stabilito una data e una ricetta da me scelta e abbiamo cucinato “insieme” e…naturalmente pranzato intorno alla stessa tavola.

Ora va detto che io sono parecchio fantasiosa e mi piace giocare con l’immaginazione (sarà che ho trascorso buona parte della mia vita con bambini…) ma mentre cucinavo, quella domenica mattina, ho provato un notevole entusiasmo, mi sentivo insieme a loro, nonostante “mare e mura”.

Così, mentre ero lì che spadellavo canticchiando, ho pensato che potrebbe essere un’idea farlo tutti insieme, tutti nel senso chi si sente ispirato….

Si stabilisce una data con relativa ricetta (consiglierei la domenica…), chi legge lo comunica alle proprie carceri e così si cucina insieme, famiglie naturali e acquisite… e si pranza insieme dentro e fuori, grazie all’ingrediente fondamentale: la fantasia.

I commenti e gli scambi successivi saranno graditi e utili.

Noi l’abbiamo chiamato “Pranzo in tandem”…

Ecco le foto della prima esperienza, il piatto consisteva in “canelloni bicolore”…sono venuti particolarmente ottimi, sia a me che a loro..sarà che quando si uniscono le forze…tutto riesce meglio.

 

Ricetta “Canelloni bicolore”

Ingredienti: (per le quantità ognuno si regola, io vado ad occhio)

 

  • lasagne crude
  • spinaci cotti e saltati in padella con uno spicchio d’aglio
  • zucca cotta al forno e frullata
  • ricotta
  • parmigiano
  • besciamella
  • noce moscata
  • pepe
  • sale
  • pinoli

 

Fare due ripieni uno con gli spinaci, ricotta, parmigiano (uovo a piacere), sale pepe, noce moscata e l’altro uguale solo mettendo la zucca. Preparare la besciamella e tenerla in caldo, dovrà essere piuttosto liquida trattandosi di lasagne crude.

Si mettono due cucchiai di ripieno nella lasagna stesa in modo da formare un rotolino e la si sistema nella teglia già ricoperta da uno strato di besciamella. Il rotolino dopo sarà con l’altro ripieno e avanti così alternando i colori.

Ricoprire il tutto con una bella spolverata di parmigiano e poi uno considerevole strato di besciamella.

In ultimo ancora parmigiano e una manciata di pinoli…che decorano.

E buon appetito…

Per la preparazione consiglio di usare burro ghee è più digeribile e fa bene alla salute.

Grazia Paletta

 ——————-

Da circa un quarto di secolo mi trovo nel luogo che tutti cercano di evitare.

Posso testimoniare che questa condizione ti consente di vivere solo diversamente bene.

Sono poche le situazioni in cui dimentichi di stare male, ma non perché magari ti ci abitui, semplicemente perché fai qualcosa che ti ricorda “l’altra vita”, quella che il Padre Eterno ha donato a tutti gli uomini.

Uno di questi momenti è certamente quello che si dedica al cibo.

A proposito di ciò devo dire che ho vissuto una giornata speciale. Una mia amica ha avuto la brillante idea di invitarmi a pranzo, ovviamente ciò non poteva verificarsi nella maniera tradizionale e d ha pensato di organizzare un pranzo in tandem.

Mi spiego. Mi ha fornito data, ora e ricetta, con tanto di metodo di realizzazione del piatto in questione (cannelloni con spinaci). Ho iniziato a lavorare  di mattina presto, poiché alle 12.30 doveva essere tutto pronto.

E così è stato.

Non si è trattato del solito preparare il cibo, è stato accompagnato dal continuo pensiero che una persona cara stava facendo la stessa cosa che facevo io.

Durante la realizzazione ogni tanto, proprio per sentirmi meno prigioniero e più vicino alla cara amica, dicevo: stai attenta a non bruciare le verdure, non mettere troppo sale fa male ecc…e così per tutta la preparazione.

E’ stato senza dubbio un bel momento, unico per la circostanza. Alle 12.30 nella mia stanza era tutto pronto e quindi io e i miei compagni (Giovanni, Francesco, Domenico e Salvatore) ci siamo seduti per iniziare il sospirato pranzo. Ovviamente s’inizia mandando il buon appetito alla vera protagonista…di questo speciale e ancor più squisito pranzo.

Con noi a tavola c’era anche la cara amica con tutta la sua family.

Ogni tanto ci guardavamo negli occhi dicendoci :

“Ma siamo nello stesso posto dove eravamo ieri?”

Più volte abbiamo fatto il cin-cin alla cara amica che è riuscita a farci sentire almeno per un po’ persone normali. Abbiamo riso e scherzato e anche bevuto qualche bicchiere di troppo che non sempre fa male. I cannelloni erano semplicemente eccezionali tanto che abbiamo tutti fatto il bis. Abbiamo concluso il super pranzo mandando tutti un ip-ip urrà (gridato) alla cara amica assieme alla sua famiglia ed un enorme grazie.

Con la solenne promessa che appena possibile tutti assieme metteremo i piedi sotto lo stesso tavolo. Ancora grazie e alla prossima.

Detenuto carcere Badu e Carros – Nuoro

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “Pranzo in tandem- un’iniziativa di Grazia Paletta

  1. maria in ha detto:

    Gran bella iniziativa, da condividere al più presto 🙂

  2. giuseppe dei cavalli in ha detto:

    Complimenti Grazia,questa tua bellissima idea di pranzo condiviso e tremendamente coinvolgente,si, la sensazione descritta dall amico detenuto deve essere stata sicuramente molto festosa sia nella preparazione,e sia nel consumo…Nel chiuso della cella si sa,ogni occasione è buona per sentirsi vicino a qualcuno, la fantasia e riuscita a volare, ad oltrepassare quel lunghissimo muro di cemento…..Sarà stato sicuramente un momento di dolce EVASIONE …..Senza Scala!

  3. maria in ha detto:

    gran bella iniziativa!

  4. 일자리 없어서 나들 알바비 벌고 싶어서 왔냐~

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: