Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Anima Ribelle… ricordando Nicola Ranieri

464633_231313666976147_1195499988_o (1)

Il dodici settembre 2011 comunicammo ai lettori del Blog la morte di Nicola Ranieri (https://urladalsilenzio.wordpress.com/2011/09/12/ciao-nicola/).

Nicola era libero da alcuni mesi, perché ormai per il carcere di Opera, sua ultima destinazione, era praticamente spacciato.

Ricordiamo quei mesi, passati scrivendogli e sentendo la sorella, sperando che Nicola potesse, nonostante le prognosi infauste dei medici, salvarsi.

Cercammo di organizzare una sorta di colletta per regalargli un viaggio a Medjugorje.

Era sorto in lui il desiderio fortissimo di fare questo viaggio “religioso”. E credevamo nostro dovere trovare il modo di regalarglielo. 

Ma la morte l’ha raggiunto prima.

Nicola lo conoscemmo quando era detenuto a Spoleto. Poi fu trasferito a Fossombrone. E da lì ad Opera per curarlo da un cosiddetto tumore al polmone. Cosiddetto, perché in questa storia tante cose non sono mai state del tutto chiarite.

Ma quello che ci divenne chiaro era che ad Opera Nicola era stato trattato come un animale al macello.

Quando Nicola fu scarcerato, presso l’ospedale di Bari – la città di cui era nativo e dove abita la sua famiglia e in cui fu trasferito- si misero le mani nei capelli. Sembra fossero davvero a bocca aperta per come era stato trattato mentre era in carcere.

Troverete degli accenni a questo nel post che ho citato sopra e nei post precedenti  (https://urladalsilenzio.wordpress.com/2011/09/12/ciao-nicola/).

E poi ci sono stati gli ultimi mesi.

Mesi di libertà, mesi in famiglia, mesi di amore per la vita, mesi di sofferenza e di dolore crescente.

Fino alla morte. Avvenuta i primi di agosto

Una morte che  ha dietro forti responsabilità. E anche se nessun tribunale riuscisse a provarle, queste responsabilità non potranno essere cancellate.

Alcuni mesi fa, la sorella, la nostra amica Mita, è riuscita, finalmente, a riavere indietro, il computer di Nicola.

E dentro ha trovato un mare di sue poesie e altri appunti, brani di prosa, riflessioni.

Ha deciso di inviarceli, in modo da continuare a ricordare il nostro amico Nicola, con le sue stesse parole.

Oggi pubblico tre sue poesie…

——————————————————————————

ANIMA RIBELLE

Sento di dovere fare qualcosa

di venirvi incontro

come sa andare incontro

all’altro

un’anima ribelle.

Ribelle e libera,

libera di circolare,

nonostante i divieti,

nonostante il buio,

per donare

il bello di sé.

————————–

 

Di questa tela i colori non sono casuali, sono il segno esteriore

Della mia anima tormentata e ribelle.

Prima ero incapace di elaborare i colori che la mi anima mi

Trasmetteva.

Osservando tele di pittori antichi tormentati forse più di me, ho

Capito che attraverso la pittura si può esprimere il proprio sentire

Interiore.

La mia è una tela con una tecnica del tutto personale, con colori e

rilievi espressi non dalla razionalità, ma dalle suggestioni suggerite

dalla mia anima ribelle.

Un’anima libera, parte di un corpo che non è libero, ma aspira

sempre ad esserlo.

I colori sono vivi e intensi, passionali e liberatori.

Esprimono tutto il calore represso, che a tratti consuma le mie

viscere, espresso sulla “mia” tela perché possa essere percepito da

chi avrà l’opportunità di osservarla.

A chi potrà osservarla posso solo consigliare di guardare la mia

tela come ad una piccola opera di un pittore “fisicamente già morto”,

perché tale potrei essere già ritenuto.

Il contrasto con la parola “morte” renderà più evidenti e i rilievi e

Potrà fare immaginare i colori, come l’espressione più viva e più

vera della mia anima che, nonostante tutto, sa accogliere i colori

della vita.

———————

PAROLE

 

Le parole ch’io ti dedico

non sono mai uguali,

eppure,

hanno lo stesso suono,

tutte quante.

Ciascuno ha una sua vita

vergine e sola.

Se riesci a coglierla non stancarti

mai,

io non mi stanco di ripeterle

tu trovaci tante emozioni

quelle che sente l’anima

quando viene spuntare

una stella è vederla.

Quando la notte si fa più buia

Ripetersi in altre stelle con

diversi colori.

E un’anima sola.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “Anima Ribelle… ricordando Nicola Ranieri

  1. rossana in ha detto:

    Belle e ancor più belle se pensiamo agli eventi che ci hanno portato via Nicola.. grazie di questi ricordi che la sorella ha deciso di condividere con tutti noi. Riposa in pace Nicola.

  2. icittadiniprimaditutto in ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  3. Oggi è stato un bel regalo per me sentire le poesie di un amico , che ci ha lasciato , per un lungo viaggio , destinazione ignota , non si sa , non c’è la detto , perchè nemmeno lui lo sapeva ….
    Ma sono sicura , che è sempre tra noi ,,,,,,,indimenticabile , come quel giorni , che ci univa , in preghiera
    rivolta a lui per la sua salute , molto grave , doloroso momento per la famiglia e per tutti quelli che si sono offerti liberamente , pregando per un uomo che stava lottando tra vita e la morte …
    Io ero in Australia da mia figlia e l’incontro a distanza era fissato alle 10 di sera , se ricordo , la connessione era con la mente , e tutti in armonia per NIcola ,, dopo si dormiva col cuore contento , di aver fatto dono , di una buona azione .
    Ho letto le poesia e dirò che sono veramente belle,le stamperò , e le terrò tra i miei ricordi , non sapevo che aveva tutto questo talento …adesso lo so , e ringrazio questo BLog , per averle publicate …
    Se lui ci vede , e segno che la vita si riproduce , ciao Nicola , riposa nella tua nuova vita 😉

  4. Mina Ranieri in ha detto:

    Ringrazio tutta l’associazione per la pubblicazione delle poesie , che mantengono vivo Nicola nel ricordo di tutti. E sollecito tutti i membri a combattere per il trattamento dei detenuti , che non facciano la fine di mio fratello che è stato abbandonato dal carcere ed ha sopravvissuto un po’ di più grazie all’aiuto di questa associazione e della nostra famiglia che gli ha dato forza e coraggio. Buon Natale e felice anno nuovo a tutti e a tutti i detenuti! E spero che Gesù bambino li aiuti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: