Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Denuncia collettiva dal carcere di Tolmezzo

Il nove settembre avevamo pubblicato una lettera circa le illegalità che venivano -e vengono- compiute nel carcere di Tolmezzo (vai al link.. https://urladalsilenzio.wordpress.com/2012/09/09/violenze-e-illegalita-nel-carcere-di-tolmezzo/).

Recentemente, tramite l’amico Antonio. ci sono giunte altre documentazioni dal carcere di Tolmezzo, che sembra confermarsi come uno dei peggiori carceri italiani.

Pubblico oggi questo esposto-denuncia collettiva, dove un gruppo di detenuti di Tolmezzo fanno valere le loro contestazioni alle condizioni di  non-vita presenti in quelle carceri.

La versione word che ho non contiene le firme. Ma, appena le riceverò integrerò il pezzo.

Vi lascio ora a questo triste “elenco”….

—————————————————————————————

Alla cortese attenzione

c/o Council of Europe – Strasburg – Cedex – France

c/o Tribunale di Milano, Procura Generale

P.C. Riccardo Arena, Marco Pannella, Rita Benardini

P.C. Magistrato di Sorveglianza dott.ssa Mariangela Cunial

P.C. Azienda Sanitaria locale a.s.l.

Oggetto: Denuncia violazione art.27 o.p. Art. 3 art.69 c.p. 2 e 5

I detenuti firmatari ristretti presso la casa circondariale di Tolmezzo espongono quanto segue:

Si chiede alla S.V. Ill.ma che venga aperta un’inchiesta verso la direzione dell’istituto di pena sito in Tolmezzo affinchè venga ripristinata la legalità e i diritti dei reclusi come previsto dall’art. 27 o.p.

Esempi delle violazioni:

  1. in questo istituto ogni giorno vengono lesi i nostri diritti, sono avvenuti tantissimi pestaggi e ogni giorno qualcuno viene picchiato, anche senza un giustificato motivo, il Magistrato di Sorveglianza non interviene, nonostante l’art.69 C 2 e 5 specifica chiaramente che dovrebbe garantire lo svolgimento e la tutela dei nostri diritti contravvenendo a ogni forma di legalità
  2. le celle sono state costruite con il criterio di ospitare un solo detenuto, invece viviamo in 3 persone per 8 metri quadrati, senza tener conto dei mobiletti, tavolo e brande, così la soglia scende a un metro quadro a persona, quando il <<cedu>> dice chiaramente che devono garantirci minimo 3 metri a persona, il bagno è di un metro quadro con un lavabo di 40 centimetri di diametro e non ci consente di lavare nemmeno un piatto, la terza branda si trova a meno di 50 centimetri dal soffitto, illegale come da sentenza del Mag. Di Sorv. Di Lecce in data 17-06-2010
  3. la tv comprende solo sei canali, si trova incastonata in una specie di blindatura con un vetro antisfondamento che risulta fuori dalle norme legali come dal d.l.2000.
  4. riguardo l’area sanitaria non veniamo curati adeguatamente, per ogni patologia c’è sempre la solita pasticca, molti di noi con gravi patologie sono abbandonati a se stessi, per il medico dentista passano mesi e anni, per l’emergenza si torna la punto 1 di codesto foglio.
  5. il sopravvitto attua prezzi raddoppiati a confronto di altri istituti, pertanto chiediamo che i prezzi siano rilevati ogni due mesi come previsto dall’ord. Pen. d.p.r. 30 giugno 2000 n. 230, ossia che siano introdotti generi alimentari scontati.
  6. I bagni dei passaggi sono fatiscenti e fuori uso, sia nell’area infermeria, comuni, isolamento, dove non esisitono w.c.e un lavandino per potersi sciacquare, soprattutto in questo periodo estivo.
  7. Il vitto è scarso, e chi non ha possibilità finanziarie può solo sopravvivere, per ogni singolo ristretto vengono spesi 3 euro, quando nei canili municipali per ogni singolo animale ne vengono spesi 5 euro, non tenendo conto che il vitto qui a Tolmezzo è immangiabile.

I detenuti firmatari hanno citato soltanto alcuni esempi di come siano costretti a vivere, e se per un caso fortuito arrivasse qualcuno dei rappresentanti a cui abbiamo inviato il nostro esposto, può constatare di persona la situazione che abbiamo stilato, così fiduciosi che possa essere aperta l’inchiesta verso la direzione dell’istituto,perchè tra maltrattamenti, odio razziale, abusi e coercizioni, siamo uomini con dignità e diritti.

Nell’attesa di un vostro urgente intervento, porgiamo i più doverosi ossequi.

 Si allega documento con relative firme dei ristretti

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Denuncia collettiva dal carcere di Tolmezzo

  1. Alessandra lucini in ha detto:

    Il coraggio è una caratteristica veramente lodevole e voi lo state dimostrando, se una lettera così non basta fatene altre cento fino a che qualcosa non succederà…

  2. Piero in ha detto:

    metratura a parte possiamo dire che i detenuti mangiano adeguatamente tanto che molti sono pure in sovrappeso. La solita pasticca altra bufala, basta prendere un qualsiasi farmaco e consultare il bugiardino all’interno per scoprire che la maggior parte delle pastiglie curano più di un male vedasi ad esempio il brufen il cui principio attivo è in grado di curare una sfilza di malanni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: