Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Mi chiamo Barbaro Francesco, e ho 84 anni

Francesco Barbaro.. di transito nel Carcere di Catanzaro.. anche se definitivo a Carinola…

84 ANNI.

Che ne dite? Lo sapevate che ci sono persone che anche ad 84 anni sono in galera? Non vi hanno fatto credere da una vita che giunti a una certa età, o proprio non si entra in carcere, o ti scarcerano? E del resto, come cita lo stesso Francesco Brabaro, Callisto Tanti non entrerà proprio in galera per scontare le sue pene, avendo superato i settantanni..quando io sono dell’opinione.. che qualche anno di galera  a Tanzi e a tutti coloro che hanno fatto parte e fanno parte delle cricche mafiose, politiche e massoniche che hanno corrotto l’anima stessa dell’Italia.. non farebbe male.. un carcere umano naturalmente, con diritti e senza abusi, socialità e colloqui.. ma qualche io a Tanzi glielo darei. Il fatto è che lui è libero, mentre a 84 Francesco Barbaro è ancora dentro. C’entra qualcosa il fatto che appartengono letteralmente a due universi distanti anni luce? C’entra qualcosa il fatto che Callisto Tanzi fa parte della “Mafia dei colletti bianchi”, ha importanti e storici ammanicamenti in Vaticano, e tantissimi amici politici beneficiati nel corso del tempo? Queste cose possono c’entrare secondo voi? Chiedo a voi.. io non ho l’intelletto di tutti questi sapienti legulei e maestri del diritto e politici di fama ed esperti televisivi che infestano televisioni e giornali.. quindi se loro dicono che non c’è problema.. dovremmo stare tutti tranquili, no?…se per loro è normale, che ne pensate?..:-)

Veniamo a Francesco Barbaro. Grazie al cielo almeno non è  un “ergastolano ostativo”.. quindi non corre il rischio di uscire dal carcere “in orizzontale”. Gli mancano due anni da scontare. Ha chiesto che glieli facciano scontare agli arresti domicialiari. Sarebbe logica ed umanità che ciò accadesse. Vediamo. Speriamo che alcune volte le cose seguino un filo dignitoso e umano.

Vi lascio alla sua lettera. Alla lettera di Francesco Barbaro che ci scrive per la prima volta. Temporaneamente a Catanzaro (“di transito”), stabilmente a Carinola (Ce).

E soprattutto.. 84 anni… se qualcuno volesse scrivergli, non gli farà certo cosa sgradita.

Fate circolare la sua lettera, comunque,

Salutamos

———————————————————————————————————-

Mi chiamo Barbaro Francesco, sono nato il 03/05/1927 a Platì (Reggio Calabria). Attualmente mi trovo detenuto nell’Istituto di Pena di Catanzaro; via Tre fontane n. 28, 881oo Siano (Catanzaro).

Sono in stato di detenzione al 05/01/1989.

Un paio di mesi fa ho fatto richiesta degli arresti domiciliari per il residuo di pena di due anni che mi restano.

La motivzione era: il mio stato di salute per la mia età avanzata. Sto per compiere 84 anni. Non mi hanno ancora risposto, anche se mi hanno già fatto la Camera di Consiglio.

Leggo sul giornale che Callisto Tanzi, Cavaliere del lavoro, grand’Ufficiale della Repubblica italiana (onoreficienze che gli sono state tolte mesi fa), che è stato condannato a 18 anni, a cui segue una condanna di Milano a 9 anni, non verrà in galera, perché ha superato i settant’anni.

Faccio una dola domanda all’Italia, paese della Costituzione migliore del mondo (lo dice il mio Presidente), perché io sono un italiano come il signor anzi, anhe se sono nato in Calabria, a Platì:

PERCHE’ LO STATO ITALIANO FA DUE PESI E DUE MISURE ANCHE NELL’APPLICAZIONE DEL CODICE PENALE?

Non voglio spiegare perché sono in carcere, perché della mia innocenza non si è mai interessato nessuno, perché sono un uomo semplice di campagna. Non faccio parte di quella casta di uomini che giornalmente vengono giustificati dalla propria casta perché hanno rubato ai pensionati, alla povera gente indifesa.

Io spero che la mia fievole voce venga ascoltata e che mi vengano dati gli arresti domiciliari per essere vicino a mia moglie che da tempo non sta bene, e che non può venire a trovarmi.

E’ ver, se la giustizia non è accompagnata dal buon senso è disumana.

(Convegno contro la tortura e altre pene o trattamenti crudeli, disumani e degradanti, firmato a New York il 10 novembre 1984 — Suppl.ord. alla Gazzetta Ufficiale  Serie gen. 271 bdel 18 novembre).

Il termine tortura indica qualsiasi atto mediante il quale sono intenzionalmente inflitti ad una persona dolore e sofferenza fisiche e mentali.. al fine di continuare ad umiliare un uomo di 84 anni.

Mi trovo nell’Istituto di Pena di Catazaro di transito. Sono definitivo nell’Istituto di Pena di Carinola (CE).

Barbaro Francesco

P.S.: Alfredo, Antonia.. fate il favore di pubblicare sul blog questo scritto. Vorrei che l’opinione pubblica capisse che per un uomo di 84 anni, ogni giorno di galera è come se passasse un anno della vita di un giovane. Se vedete ques’uomo vi fa una tenerezza incredibile, e si capisce quanto è ingiusta l’ingiustizia sui perseguitati. Io credo di essere il carcerato più anziano d’Italia.

Navigazione ad articolo singolo

17 pensieri su “Mi chiamo Barbaro Francesco, e ho 84 anni

  1. grazia66 in ha detto:

    Caro Francesco,io ho il padre di anni 75 in carcere a Parma in regime di 41bis,e fra l’altro con delle condanne in primo grado di anni 10 e di anni 24,anche lui molto malato.Non capisco come mai sei ancora in detenzione,visto che ti mancano due anni e solitamente quando si arriva alla soglia dei tre anni ancora da scontare si può cominciare ad avere dei permessi.Fra l’altro non hai bisogno dell’avvocato per richiederli,perchè puoi fare un’istanza al giudice di sorverglianza.Chi è dentro a queste vicende sa benissimo che nella giustizia italiana ci sono due pesi e due misure,Tanzi dovrebbe pagare anche per i suicidi di quelle povere persone che si sono tolte la vita perchè rovinate economicamente da questo “signore”,ma sappiamo bene che non pagherà per questi reati….vorrà dire che pagheranno sempre le stesse persone solo perchè marchiati a vita con la parola “mafia” “ndrangheta” e “camorra”.Mi auguro di leggere presto che tu sia tornato a casa da tua moglie per vivere quello che ti rimane in serenità.Penso anche che Dio è grande e dove non può arrivare l’uomo sicuramente lui arriverà.Non cerco vendetta ma solo giustizia divina per te per mio padre e per tutte le persone che stanno vivendo questo incubo.Ti abbraccio Grazia

  2. Alessandra lucini in ha detto:

    Se la mia rabbia fosse una strada, se ogni volta che mi indigno si potesse compiere un passo, sarei lì da te e ti accompagnerei a casa.
    Un grande abbraccio e i miei migliori auguri, spero che presto venga accettata la tua domanda per gli arresti domiciliari.
    e ….sentiti accarezzato ed abbracciato

  3. VINCENZO in ha detto:

    Che dire….grazie a questo utilissimo sito, prima apprendo che ci sono detenuti diversamente abili ed ora pure che vengono private della libertà persone molto anziane e sicuramente non “piene di salute”….Dire che tutto ciò è una barbaria mi sembra anche scontato….Ma quello che mi domando è se tra tutte le persone che amministrano la giustizia ed applicano i regolamenti ne esistano almeno alcune dotate di buon senso ed umanità….!!! E spetterebbe alla classe politica cambiare questo vergognoso stato di cose, ma ora l’Italia è in mano a persone il cui unico fine è il mantenimento del loro potere..Un abbraccio a Francesco.

  4. Antonia Tripodi in ha detto:

    Carissimo Francesco,
    dovrebbero farti ritornare a casa, non ti stancare di scrivere e pretendere di essere ascoltato, mettendo in evidenza l’elevato numero di anni che hai già trascorso in carcere. Se il problema, per la giustizia, è farti tornare a casa tua fai presente che si possono trovare altre soluzioni e cioè : case di cura, cliniche private, case protette e altro. Vicino al tuo paese ce ne sono che hanno accolto persone più che adulte detenute; certo non è come stare a casa ma almeno è più vicino ai tuoi e loro forse potrebbero venire a trovarti anche tutti i giorni.
    Ma che male può fare un uomo di ottantaquattro anni, dopo avere trascorso gli ultimi vent’anni della sua vita in galera? Già ci sono gli impedimenti fisici, causati dalla nostra mutevole natura, a piegare la vita stessa e poi si aggiunge la stanchezza mentale, a quell’età c’è solo la voglia di stare sdraiato davanti alla tv con una copertina sulle gambe, o al massimo sedersi al sole davanti casa…
    Francesco, magari sarà un po’ dura fare capire che tu vuoi solo tornare tra le mura domestiche, ma devi insistere e resistere…e avere fiducia.
    (La storia di Callisto Tanzi è lontana dai problemi che hai tu, gente di quel genere continua a “comprare” tutto e tutti, non si spiegherebbe altrimenti come il crac della sua azienda sia venuto a galla solo nel 2003.)
    A presto…

  5. NON CAPISCO TANTO ACCANIMENTO SU UN UOMO VECCHIO E NON IN CONDIZIONI COMPATIILI CON IL CARCERE ,POSSA TROVARSI IN QUESTO SQUALLIDO CONTESTO, SE DOPO ANNI DI DETENZIONE LA GIUSTIZIA ON LO RILASCIA SIGNIFICA CHE……..LA GIUSTIZIA HA FALLITTO!!!!! PERCHè LA DETENZIONE DEVE RIABILITARE LE PERSONE, E SE LUI è ANCORA RITENUTO UN DETENUTO DA TRATTENERE, SIGNIFICA CHE IL CARCERE NON SERVE, IL CARCERE è MALATTIA, IL CARCERE è DISGREGAZIONE DEGLI AFFETTI, IL CARCERE è VIOLENZA FISICA E MENTALE, IL CARCERE è INUMANO E LA MORTE DA VIVO, MI DISPIACE DI ESSERE ITALIANA, LE MANDO UN ABBRACCIO, E CHE LEI ABBIA ANCORA LA FORZA DI LOTTARE PER LA SUA LIBERTA’.

  6. Maria Chiara Sicari in ha detto:

    Mi dispiace molto caro Francesco, ci sono Magistrati in Italia che sono vergognosi. ti auguro buona fortuna e spero che riuscirai a vedere presto tua moglie.
    Maria Chiara

  7. ciro campajola in ha detto:

    Queta testimonianza di Francesco dovrebbe far vergognare noi che la leggiamo e che oltre a qualche commento non daremo voce e protesta alla sua condizione. Lui è dentro e qualunque cosa abbia fatto alla sua età non PUO’ stare dentro…..noi stiamo fuori e dovrebbe toccare a noi DENUNCIARE QUESTI ABUSI, con volantinaggio, telefonate ai vari giornali o qualunque altro mezzo di diffusione….lui paga ingiustamente e noi perchè lo permettiamo senza provare a fare niente?

  8. Esposito Antonela in ha detto:

    Ormai non mi meraviglio piu,perchè?Perchè non c è giustistizia in Italia,se ci fosse le cose andrebbero bene o meglio se non altro,ma…non si vede ne il bene nè il meglio quà!!Mi dispiace per voi amico mio anzi per l età ke avete potreste essere mio nonno il quale non ho mai avuto (SONO MORTI TROPPO PRESTO)Voi siete del 27 invece mia nonna è del 30 quindi coetanei,e se posso permettermi vi posso chiamare nonno?Nonno Francesco un altro particolare avete il nome di mio nonno Francesco ke mori 48 anni fa mia mamma aveva 8 anni ma non voglio annoiarvi con la mia storia nonno Francesco,quindi continuo a dire come la penso,io credo come tutti ke sia ora di mandarvi a casa visto ke qui posti non ce ne sono per tutti questi arresti,da riempire i carceri fino all orlo da farvi diventare formiche in un buco di 4 metri x4 o quel ke sia sia,8 o 9 persone non possono stare rinchiusi in una camera 12 ore su 12, 7giorni su 7 e poi mesi e poi anni,quindi lo stato potrebbe fare a meno di farci “RIDERE” e mandare a casa una persona ke ha un età cosi avanzata e malata anche forse,cosa che non vi auguro nonno Francesco anzi vi auguro di vivere ancora moltissimo almeno uscite fuori e vi godrete ancora la vita,spero ke DIO vi tenga forte il piu possibile nonno e voi non arrendetevi come non avete fatto fino ad oggi,LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI,ma ke caricatura non vi pare?Io spero solo ke si passino la mano per la coscienza nonno Francesco e ke presto vi permattino di riabbracciare vostra moglie e finalmente stare a casa vostra in santa pace,a presto nonno Francesco e vi auguro tutto il bene del mondo e una presta liberta,e ke DIO vi aiuti sempre un abbraccio enorme e scusi se non faccio gli auguri ma non sono cattolica non festeggio e sto meglio tanto il Natale è diventato una cosa triste e insensata da far spendere solo soldi,un enorme abbraccio nonnino

  9. Carissimo , sento come molti , vengono in tuo aiuto , con rabbia è molta riflessione ,
    rattristandomi , di cio che accade , in questo mondo , dove noi tutti viviamo , e nè facciamo parte . Ma non si può tacere , o rimanere in silenzio , su certi argomenti , come nel tuo caso , che dopo anni e anni di clausura ,non devi fare richiesta , devono , darti , la libertà è congiungerti con i tuoi cari …é dirti pergiunta grazie , dato che loro , hanno
    il lavoro grazie a voi , reclusi … questo è cio che penso io …
    Questi c’è l’hanno il cuore, è la mente , ma vengono usati male , solo per i loro affari personali , corruzzione , clientelismo , casta…
    I poveri sono i poveri , è tale siamo, uniamoci , poveri ma forti, è resistenti , vedi alla tua età , sei quà tra noi…vivi e il tuo sogno , di riabbracciare i tuoi cari, si realizerà …presto, un abbraccio

  10. Laura Rubini in ha detto:

    Caro Francesco,
    spero che lo Stato riesca a trovare delle soluzioni a questo problema…d’altra parte non c’è il sovraffolamento carcerario? Questa idea di trasformare la pena in arresti domiciliari alle persone di una certa età potrebbe essere una soluzione…ti auguro un Santo Natale, che sia pieno di speranza per te e le persone che ami!
    Laura R.

  11. carissimo francesco,la legge nn e uguale x tutti tenerti a 84 anni in galera si dovrebbero vergognare lo stato,questi sono abusi fatti dallo stato ingordo che pensa solo a mangiare soldi e nn a pensare ad un povero vecchio che sta dietro alle sbarre a 84 anni che passa sofferenze senza poter stare vicini a suoi cari e godersi i propi nipoti che amano tanto il propio nonno…ora legge guardatevi la coscienza e vedrete che l’avrete sporca,xkè un uomo anziano di 84 anni nn lo potete tenere chiuso e privarlo della propia libertà,un grande saluto francesco e spero il piu presto possibile la tua liberta…
    T.

  12. T.T.T.T.T.T.T.T.T in ha detto:

    carissimo lo cpisco che vuol dire stare chiuso,ma nn capisco e nn voglio capire xke a 84 anni la legge ancora ti tiene dentro…LA LEGGE NN è UGUALE X TUTTI e questo già lo sappiamo xke un povero vecchio innocente dopo 23 anni di sofferenza ancora si abusano x farti soffrire e fora nn ti vonnu cacciari…lo stato a questi problemi nn guarda,mmha nn vuole guardare che dentro c’è un uomo anziano di 84 anni che soffre…
    LEGGE GUARDATE LA INNOCENZA DI UN UOMO E DATEGLI LA LIBERTà CHE GLI AVETE RUBATO

  13. pasquale in ha detto:

    caro francesco chi ti scrive e un ragazzo che sa’ cosa voldire galera specialmente per un uomo di 84 anni tutti i magistrati dell’italia si devono vergognare per la giustizia che hanno in mano loro he non la sanno governare anzi la governano ha modo loro tanti saluti e abracci francesco.

  14. Sonny in ha detto:

    I migliori auguri di un buon natale e felice anno nuovo agurandovi un immediata liberta come desidera il vostro cuore. Con vera stima i piu cordiali saluti fate coraggio la giustizia NON è uguale per tutti!!!

  15. Pingback: Ndrangheta: strage di Duisburg, l’ultima beffa « demata

  16. emilio fornasa in ha detto:

    Oggi 19 marzo 2012 in un programma televisivo c’è stata la commovente intevista a una detenuta di 84 anni.
    Nell’intento di conoscere se c’è un limite all’età di carcerazione, sono entrato in questo sito venendo a conoscenza del caso di Francesco Barbaro. Dovrebbe avere ormai circa 86 anni e conclusa la sua pena. E’ tornato a casa? E come sta? Cordialità, Emilio Fornasa.

    • Vincenzo in ha detto:

      …che dire…uno stato che detiene anziani malati è uno stato fallito, non solo economicamente…italia, non stato di diritto, ma stato di vergogna!!!! e mi sembra che anche l’attuale ministro tecnico della giustizia parli troppo, finge indignazione per poi non produrre nulla di concreto!!!! Un abbraccio a tutti i detenuti anziani ed a quelli malati!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: